Prima pagina

Scaramelli: “Il vero derby è tra me e Bezzini”

Stefano Scaramelli

Non sono ancora ufficiali i nomi dei candidati del Pd alle prossime elezioni regionali che già partono i primi siluri. A lanciarli è Stefano Scaramelli che non usa mezze parole per criticare l’ascesa in campo di Bezzini che “rappresenta la classe dirigente del passato che ha compiuto errori strategici sulla Fondazione ed il Monte dei Paschi”. Lo ha detto ai microfoni di Antenna Radio Esse  parlando della sua candidatura voluta dal partito di Chiusi che ha valutato positivamente il suo operato. E’ iniziata dunque la raccolta delle firme che “coinvolgerà cittadini ma anche sindaci e amministratori. Stiamo giocando una partita vera per avere una rappresentanza in Regione che, chiuse definitivamente le Provincie, diventerà un piccolo stato che farà leggi e gestirà risorse. Sarà importante essere presenti magari con una persona come me che ha rapporti anche con i tavoli romani che contano”. Scaramelli è fortemente critico con i suoi compagni di partito che hanno rivestito ruoli nel passato. “Voglio rompere con quel pezzo di partito che ha fatto gravi errori, chi sosterrà me lo farà per chiudere con quella politica. Per quello che ho potuto negli scorsi anni mi sono opposto a certe scelte, come l’aumento di capitale sostenuto dalla Fondazione. Ma ero l’unico a votare contro”. La partita sarà tra Scaramelli e Bezzini? “Io mi candido per dimostrare che vogliamo cambiare. E’ ovvio che il derby più importante è tra me e Bezzini”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

I più letti