Sport

Robur, Radice spiega il settore giovanile: “Prima uomini e poi giocatori”

Nel corso della trasmissione Mercoledì Robur, in onda ogni mercoledì dalle 18 alle 19.30 su Antenna Radio Esse, è intervenuto il responsabile del settore giovanile del Siena Ruggero Radice. Per l’ex terzino bianconero e attuale allenatore dei Giovanissimi è stata l’occasione per tracciare una sorta di bilancio sulla “giornata-evento” svoltasi lunedì all’Acquacalda: “È stato il primo raduno organizzato nella storia della nuova società – ha affermato Radice – si è instaurata una bella atmosfera per i ragazzi delle fasce 2002 e 2003, che hanno avuto l’opportunità di mettersi in mostra davanti ai nostri tecnici. Sono tutti ragazzi che ci possono interessare per far parte del settore giovanile della Robur nella prossima stagione”.

Radice si è anche soffermato sui valori che guidano la filosofia della Robur a livello di settore giovanile: “Istruttori e allenatori devono dare l’esempio: i ragazzi, prima che come giocatori, devono crescere come uomini. Crediamo molto ai valori relativi alla cultura del lavoro e del sacrificio. Come staff cerchiamo di migliorarci ogni giorno in modo che tutti possano usufruire della migliore proposta possibile. C’è un ottimo rapporto anche con mister Atzori, è stato lui stesso quest’estate il primo a interessarsi al settore giovanile e a voler conoscere il nostro modo di lavorare. La nostra filosofia si basa sulla competenza delle persone e sulla centralità dei ragazzi. Il centro sportivo? Sappiamo purtroppo qual è la situazione degli impianti a Siena, la soluzione finora non è arrivata ed è difficile da trovare. Speriamo che con l’aiuto della società e grazie anche ai rapporti con le altre società di Siena si possa arrivare a qualcosa che renda tutto più semplice”.

Giovanni Marrucci

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

I più letti