Calcio Sport

Robur, presentato Carboni. Ponte: “Obiettivo play off”

Si è presentato questa mattina alla stampa e alla città il nuovo tecnico del Siena Guido Carboni. Ex attaccante bianconero dal ’92 al ’94, l’ultima panchina di Carboni, originario di Arezzo, risale alla stagione 2013/14 con il Benevento. Poi un anno sabbatico, come lui stesso ha rivelato, fino alla volontà di tornare in sella in questa stagione. La chiamata giusta è stata quella della Robur, che ha vinto la concorrenza del Padova affidando a lui le speranze di riagganciare la zona playoff, come ha fatto capire a chiare lettere il presidente Ponte, intervenuto alla conferenza al fianco di Carboni e del direttore tecnico Materazzi.

“Ho accettato questa chiamata con entusiasmo – le prime parole di Carboni – Siena è una città a cui sono molto legato avendoci anche giocato. Sono convinto che questa squadra possa far meglio di quanto ha fatto finora. Servono equilibrio, pochi proclami e umiltà: è il momento di lavorare con determinazione e serenità. La gara con L’Aquila? Si va più a sensazione che a certezze, perché sono arrivato solo ieri. Devo trovare l’abito giusto per far rendere al meglio questa squadra, in tanti anni da allenatore ho giocato con tutti i moduli”.

Il presidente Ponte, così come Materazzi, ha voluto ringraziare Gianluca Atzori: “Accettare le sue dimissioni è stata una sconfitta personale – ha detto Ponte – nessuno si aspettava la sconfitta di Teramo. L’obiettivo è quello di riagganciare al più presto la zona playoff”. Parole ribadite anche da Materazzi: “Purtroppo non eravamo soddisfatti né dei risultati né dal gioco espresso. Sono state fatte alcune riflessioni assieme a Gianluca e si è arrivati a questa decisione. Riteniamo che la squadra sia competitiva, il problema non era certo Atzori. A Carboni chiedo di spronare la squadra e di portarci almeno ai playoff”.

Giovanni Marrucci

 

Ascolta l’intervista di Guido Carboni

 

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena