Sport

Robur, parla Ponte: “Divergenze con Atzori, ora con Carboni obiettivo playoff”

Dopo le ore frenetiche che hanno portato al ribaltone in casa Robur (con Guido Carboni in panchina al posto del dimissionario, almeno ufficialmente, Gianluca Atzori), il presidente Antonio Ponte è intervenuto ai microfoni di Antenna Radio Esse durante la trasmissione Mercoledì Robur: “Il ko di Teramo è stato una spiacevole sorpresa, ero convinto arrivasse una vittoria per confermare la svolta cominciata a Pisa. Contro l’Arezzo l’espulsione di Celiento ci ha condizionato troppo, abbiamo tirato i remi in barca e alla fine abbiamo subito gol: non potevo essere contento, ho voluto dare una sterzata e mandare un segnale evidente a tutti”.

Ponte ha ricostruito la dinamica dell’allontamento di Atzori: “Mi è dispiaciuto molto accettare le dimissioni di Gianluca perché alla fine non è stato un esonero come qualcuno ha detto. Ci sono state divergenze e visioni diverse. Ci siamo parlati a viso aperto senza trovare compromessi: dopo 13 giornate si possono stilare le prime considerazioni e per me questa classifica è deficitaria”.

L’obiettivo, adesso, sono i playoff: “Vista la classifica attuale, puntiamo ad agganciare la zona playoff. Qualcuno ha inteso male, come spesso accade con la stampa: io ho detto che possiamo battere chiunque, non che vinceremo il campionato. Argilli? Se si fosse andati sulla soluzione interna sarebbe stato lui a meritare la promozione, soprattutto per ciò che sta dimostrando. Poi abbiamo optato per la soluzione esterna, c’erano diversi interrogativi soprattutto dal punto di vista finanziario ma alla fine abbiamo dato priorità all’esperienza. Carboni mi ha entusiasmato per come si è presentato: è un grande motivatore, ciò di cui avevamo bisogno”.

Di seguito l’audio completo dell’intervista al presidente Ponte

Giovanni Marrucci

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena