Prima pagina

“Ritorno alla luce”: Banca Monte dei Paschi di Siena svela “La croce dipinta” di Margarito D’Arezzo

Banca Monte dei Paschi prosegue il ciclo “Ritorno alla luce” con il quinto appuntamento dedicato al recupero delle sue opere d’arte. È stato presentato oggi a Siena, nella Sala San Donato di Rocca Salimbeni, il restauro della croce dipinta rappresentante il Christus Triumphans, importante opera dell’artista Margarito d’Arezzo. L’intervento ha permesso di riportare alla luce una delle croci più antiche del territorio senese, attraverso un’opera di manutenzione particolarmente complessa ed impegnativa della durata di oltre 8 mesi. “La croce dipinta di Margarito d’Arezzo” è il quinto appuntamento del ciclo di esposizioni “Ritorno alla luce”, che ha preso avvio nel dicembre 2013 con il restauro della “Natività di Gesù con San Giovannino” di Girolamo di Benvenuto e che offre l’opportunità di vedere alcune opere restaurate provenienti dalla collezione della Banca, altrimenti non accessibili al pubblico. Il dipinto sarà esposto gratuitamente presso la Scala Spadolini, all’interno di Rocca Salimbeni fino al 3 ottobre 2015.

Sono intervenuti alla presentazione Valentino Anselmi, storico dell’arte e il restauratore Jacopo Antonio Carli.

L’autore – Margarito d’Arezzo. L’unica menzione documentaria di Margarito d’Arezzo, figlio di Magnano, risale al 1262, anno in cui fu testimone di una concessione data nel chiostro del monastero camaldolese di San Michele ad Arezzo. Non conosciamo né la data di nascita né la data di morte del nostro artista, anche se Giorgio Vasari afferma che sia morto nel 1313 alla veneranda età di settantasette anni, “infastidito per quel che si disse, d’esser tanto vissuto, vedendo variata l’età e gli onori negli artefici nuovi”.

L’opera – L’opera “Croce dipinta – Christus Triumphans ” è tornata alla luce grazie al sapiente restauro condotto da Jacopo Antonio Carli, con la supervisione della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Siena e Grosseto. Il dipinto infatti non era in buono stato di conservazione, in quanto presentava lacune lungo i margini e significative ridipinture seicentesche. Dipinta probabilmente tra il 1240 e il 1250 l’opera presenta, in accordo all’iconografia diffusa in Italia centrale nel XII secolo, un Cristo in posizione frontale con la testa eretta e gli occhi aperti, trionfatore sulla morte. La qualità artistica permette di poterla inserire tra i migliori e i più maturi lavori dell’artista aretino. Si tratta certamente di una delle più antiche Croci dell’intero territorio senese.

La visita – Sarà possibile ammirare gratuitamente la Croce dipinta – Christus Triumphans – dal 27 marzo al 3 ottobre 2015, a Siena, nei locali di Rocca Salimbeni, sede storica di Banca Monte dei Paschi. Le visite sono possibili dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:30 alle 12:30 e dalle ore 15:00 alle 16:00. L’esposizione non sarà disponibile in occasione degli orari di chiusura della Banca per le festività. Per prenotazioni scrivere alla casella di posta elettronica ritornoallaluce@mps.it.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

I più letti