Calcio Sport

Ponte ad ARE: “Riempire lo stadio non è un obiettivo semplice, ma ci stiamo lavorando”

Dopo il tris calato a Savona la Robur continua a sorridere, così come il patron Antonio Ponte, che è stato il primo ospite della versione natalizia de “I mattinieri”, la trasmissione che apre la mattinata di ARE, che per questa settimana sarà in diretta dal New York Caffè di Siena. “Ora giochiamo con molto più coraggio e determinazione – afferma ai nostri microfoni -. Bisogna crederci, ma quello che è accaduto in passato ha lasciato il segno su Siena e ancora c’è nostalgia nel pensare a quando lo stadio era pieno”. Riempire lo stadio è un obiettivo ambito per il presidente della Robur, ma non è semplice. “Sarà difficile arrivare ad avere i numeri di un tempo – aggiunge -, servono ambizione ed entusiasmo per arrivare a cifre alte. A Pisa sono 8000 le persone che la domenica decidono di andare allo stadio per vedere la loro squadra, numeri alti, ma bisogna ambire al meglio”. Ma intanto sul campo i risultati si stanno vedendo. “Bisogna uscire presto dalla serie C – afferma – e per farlo servirà anche avere al fianco un giusto partner che ha le mie stesse ambizioni. Facile dirlo, ma non facile è arrivare a chiudere trattative non semplici. Attualmente ci sono ancora molte squadre sia in serie B che serie A senza sponsor e anche qui non ci sono certezze”. Intanto staff tecnico, Ponte, e Carboni a breve si riuniranno per fare il punto sul mercato. “Da lunedì prossimo valuteremo insieme – dice ancora Ponte – cosa è necessario cambiare e cosa va migliorato. Sono fiducioso e positivo”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena