Renzi show per promuovere la candidatura di Padoan e Nencini
23 Feb, 2018
28342494_10215617853788817_361274643_o

Il circolo di Sant’Andrea, quartiere alle porte di Siena, probabilmente non aveva mai ospitato così tanta gente come oggi pomeriggio. Sala gremita per Matteo Renzi, a Siena per la campagna a favore di Padoan, presente in sala, e Nencini. Arrivato con 45 minuti di ritardo, dopo i saluti del presidente del circolo Periccioli, del segretario comunale Vigni e del ministro Padoan, è salito sul palco per un vero e proprio show. “Qui si vota tutti per il Pd? Allora è inutile che stiamo qua, dobbiamo andare fuori a convincere la gente”. Battute a raffica, intercalare fiorentino, qualche filmato per dare forza al discorso elettorale, insomma il segretario nazionale ha cercato di creare entusiasmo tra i militanti e dirigenti piddini in una campagna elettorale che non lo vede tra i favoriti così come il partito che dirige. “Sono ottimista – ha detto -, è partita l’operazione ‘primo posto’  il clima sta finalmente iniziando a cambiare”.

Parlando a braccio per oltre mezz’ora, Renzi ha toccato temi locali e nazionali non risparmiando battute sullo spirito critico dei senesi. “Avete ottimi candidati, Padoan è uno dei ministri che ha salvato il paese, gli sono grato per il lavoro fatto insieme. Sarà un grandissimo deputato per questo territorio, quando si andrà a chiedere a lui di migliorare le infrastrutture, uno dei problemi maggiori di Siena, sarà un referente fondamentale. Non viene a farsi eleggere ma viene qua per aiutare questa parte di Toscana”. Parlando dell’attuale ministro dell’economia e finanze candidato nella circoscrizione senese, Renzi non poteva non parlare di Monte dei Paschi. “Quanto accaduto a Mps sarà oggetto di studio, molte cose non hanno funzionato, ma invece di stare a recriminare, Padoan ha cercato di risolvere il problema. C’è stato un momento che la banca sembrava destinata a finire, abbiamo salvata. Mps è la banca con un grande passato, ora ha un futuro e questo deve essere motivo d’orgoglio per la città. Lo Stato dovrà avere attenzione per questa città che ha sofferto per la crisi del monte”.  Renzi ha citato il Palio per parlare di sicurezza perchè, ha detto “grazie alla coesione sociale è possibile mantenere il controllo del territorio. La forza di Siena è anche il Palio, questa forma di aggregazione unica al mondo”. Poi l’attenzione è andata su Berlusconi e i Cinque stelle e il discorso si è concluso con l’invito ai militanti ad andare porta a porta a convincere gli indecisi che il Pd ha governato bene e può tornare a palazzo Chigi.