Record di presenze al castello di Sarteano
23 Giu, 2015

Il progetto Sarteanoliving ha un effetto trascinamento nei confronti del castello: tra il 2013 e il 2014 gli ingressi sono aumentati del 40%, passando da 5037 a 7199. Dati in linea anche con l’andamento dei primi cinque mesi del 2015, dove si sono registrati circa duemila ingressi, nonostante ci siano stati ponti meno prolungati per le festività primaverili. Questi i numeri forniti dai gestori della struttura all’amministrazione comunale. Sono cresciute le giornate di apertura (50 in un anno), ma soprattutto si sono moltiplicati gli eventi all’interno del centro storico e nello stesso castello, che hanno coinvolto, in molti casi, centinaia di persone. Dati positivi anche dai biglietti cumulativi tra castello, Museo Archeologico e Tomba della Quadriga.
“La nuova convenzione per la gestione del castello sta dando i risultati che ci eravamo attesi e possiamo migliorare ancora – afferma il sindaco Francesco Landi – avevamo detto in campagna elettorale che avremmo cercato di valorizzare il castello e ci stiamo riuscendo, i numeri parlano chiaro. Sarteano sta entrando stabilmente nelle rotte di chi visita la Valdichiana e la Valdorcia, ed il castello è uno dei suoi simboli. L’idea è di farne non soltanto un luogo magnifico da visitare, ma uno scenario per mostre, spettacoli, iniziative culturali di livello. La gestione della struttura ha colto il nostro spirito e dovranno proseguire ad organizzare eventi di qualità. Un sentito grazie va anche alle associazioni ed alla cittadinanza che crede nel progetto del Sarteanoliving e si sta dimostrando sempre più in sintonia con questa nuova veste di valorizzazione del nostro territorio”.
La rocca senese è diventata lo scenario di eventi estivi, ma anche in mesi considerati meno turistici: opere teatrali degli Arrischianti, mostre di arte, spettacoli equestri e musicali, di scenografici giochi di bandiera e tamburi, “bivacco” di taverne per Civitas Infernalis e delle manifestazioni legate alla Giostra del Saracino. E i risultati si sono visti, nonostante la scorsa estate particolarmente piovosa.
“Anche per quest’anno saranno previste manifestazioni estive ambientate nella splendida cornice del castello – continua il sindaco Landi – così come mostre permanenti che annunceremo a breve”

Nel 2014 sono stati organizzati eventi di qualità, come la mostra di pittura di arte contemporanea allestita al castello per il Passkey Festival, il primo evento artistico diffuso in tutta Val di Chiana. Una scommessa vinta, visti i 434 ingressi del mese di ottobre, contro i 168 dello scorso anno. E poi l’anteprima nazionale dello spettacolo di Giovanni Lindo Ferretti (ex cantante delle rockband Cccp, Csi e Pgr), Partitura per voce, cavalli, incudine con mantice e bordone: uno spettacolo straordinario, che ha utilizzato cavalli, le incudini di mastro Stefano Falaschi e musiche suggestive, e che adesso viene presentato in tutta Italia. A quest’avventura sostenuta dall’amministrazione comunale, dalle cooperative Clanis, Labirinto e dalla Giostra del Saracino, si è aggiunta Tracce barbariche, mostra fotografica allestita nelle stanze del castello. Tra dicembre 2014 e gennanio 2015 si è tenuta la mostra pittorica e scultorea “Incontriamo il nostro tempo”.