Rapolano Terme: Antonello Fassari e il suo “Che amarezza” chiudono la stagione teatrale. L’attore ospite a “Che Spettacolo”
22 Mar, 2019
Antonello Fassari

Chiusura con Antonello Fassari, volto noto del piccolo schermo con la serie tv I Cesaroni, per la stagione teatrale del Teatro del Popolo di Rapolano Terme. L’appuntamento è per sabato 23 marzo, alle ore 21, con Che amarezza, firmato dallo stesso interprete e farà calare il sipario sul cartellone 2018-2019 promosso da Comune di Rapolano Terme e Fondazione Toscana Spettacolo Onlus.

Lo spettacolo. Che amarezza, nel tentativo di indagare i motivi che rendono l’uomo contemporaneo così amareggiato, porta lo spettatore a riderci su come unica via di fuga per sfuggire ai dispiaceri della vita con il suo autore e interprete, Antonello Fassari. Lo spettacolo propone, infatti, un viaggio dal mito di Sisifo, forse primo esemplare maschio di amara condizione umana, alla nuova nomenclatura delle divinità dell’Olimpo (le multinazionali) fino alle nuove figure mitologiche (l’algoritmo), senza dimenticarsi di attraversare le quotidianità più banali che amareggiano l’esistenza contemporanea.

Informazioni. I biglietti possono essere acquistati presso il Teatro nei giorni dello spettacolo, a partire dalle ore 20.30, oppure contattando i numeri 331-8181776 e 0577-724617 e l’indirizzo di posta elettronica teatrorapolano@gmail.com. Sono previste novità per gli universitari in possesso della Carta dello Studente, a cui sarà riservato un prezzo speciale, e riduzioni per i giovani fino a 30 anni. La Fondazione Toscana Spettacolo, inoltre, in occasione del suo trentennale che ricorre nell’autunno 2019, propone “Aspettando i 30 anni” con iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l’esperienza a teatro. Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito www.toscanaspettacolo.it. 

Ascolta l’intervista