Prima pagina

Radicondoli: “no!” a speculazioni geotermiche incontrollate sul territorio

“Lo sviluppo di un territorio non può essere deciso senza coinvolgere gli enti locali e la comunità, che hanno il diritto imprescindibile di essere informati su ogni progetto che interessa le proprie zone. Terremo alta l’attenzione, come abbiamo sempre fatto, per contrastare lo sfruttamento della risorsa geotermica con speculazioni ambientali ed economiche”. E’ quanto afferma il sindaco di Radicondoli, Emiliano Bravi dopo aver appreso notizia di una richiesta di permesso di ricerca di risorse geotermiche per la sperimentazione di impianti pilota nella zona radicondolese di Serracona.

“Le normative sui progetti pilota di competenza ministeriale – continua Bravi – consentono di bypassare gli enti locali nella richiesta di permessi di ricerca delle risorse geotermiche, escludendo enti locali e comunità locale. Un iter che non condividiamo e al quale ci opporremo, mettendo sempre al primo posto la tutela del nostro ambiente e la sicurezza dei nostri cittadini e chiedendo di essere coinvolti fin dall’inizio delle procedure che ci riguardano. Non vogliamo e non possiamo apprendere la notizia di una istanza di permesso sul nostro territorio dal sito internet del Ministero, come è avvenuto in questo caso. La risorsa geotermica – conclude Bravi – è sempre stata importante per il nostro sviluppo sociale ed economico e abbiamo sempre prestato grande attenzione alla sua valorizzazione e al suo utilizzo anche a fini civili e industriali, come dimostra la rete di teleriscaldamento che stiamo realizzando a Radicondoli e a Belforte. Non accettiamo, però, che la nostra crescita e il nostro futuro siano decisi senza coinvolgerci e darci la possibilità di approfondire progetti e richieste che hanno ripercussioni sul nostro futuro”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena