Protocollo Siena, Rossi: “La Regione vicina alla città e al suo territorio”
25 Mag, 2017
Enrico-Rossi

“Grazie a tutti quelli che sono qui, alla vicepresidente Barni, all’assessore Saccardi, ai consiglieri presenti. Attribuisco un ruolo molto importante a questo Protocollo. La Regione è vicina a Siena dal 2010, quando c’è stata la crisi dell’Università, poi quella del Monte dei Paschi. Per l’Università c’è stata la ripresa, la crisi del Monte dei Paschi pesa ancora. Ma c’è una strategia per ricostruire un progetto di città. Per il Monte dei Paschi sono favorevole a una commissione d’inchiesta che faccia chiarezza ma bisogna avere la forza di guardare avanti.

E’ quanto ha detto Enrico Rossi, dopo aver firmato il Protocollo per interventi a favore della città di Siena e del suo territorio. Con il presidente della Regione, hanno siglato il protocollo il sindaco di Siena Bruno Valentini, il presidente della Provincia di Siena Fabrizio Nepi e il direttore generale dell’Azienda ospedaliero universitaria senese Pierluigi Tosi. Alla firma erano presenti anche la vice presidente Monica Barni e l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi.

“Come Regione vogliamo essere vicini alla città”, ha continuato il presidente Rossi. “Staremo accanto al sindaco e alla città perché tutto vada al meglio possibile. Con questo protocollo parliamo di cose che già sono in essere. Per il turismo abbiamo allargato la possibilità di accesso ai Fondi europei da parte delle imprese. Importante il ruolo dell’agricoltura. Poi c’è la partita delle infrastrutture. Non era in carico a noi, ma nel passaggio delle competenze ci siamo presi in carico la Cassia e il completamento della variante che ancora manca. Dateci il tempo che serve e arriveremo a fare fino in fondo il nostro dovere. Anche stamani a Roma abbiamo ribadito davanti al ministro Del Rio la chiusura dei lavori della Siena-Grosseto. Ancora, le linee ferroviarie: nessuna chiusura di nessuna tratta. E poi la sanità, la cultura, la ricerca, l’edilizia residenziale. La Regione è vicina alla città di Siena e al suo territorio”.

Il sindaco di Siena Bruno Valentini ha sottolineato come “Con questo accordo ci prendiamo degli impegni precisi. Due giorni fa abbiamo avuto qui Obama, che è venuto a omaggiare la nostra cultura e la nostra bellezza artistica. Una conferma del ruolo di Siena nel mondo. Se vogliamo che questa Regione abbia una prospettiva di governo unitaria, non può permettersi di non avere con sé mezza Toscana. Dopo lo choc del Monte dei Paschi e con una prospettiva di rilancio, entro un anno saremo in grado di mettere autonomamente in campo investimenti in tutti i settori. Siena non è ai margini dello sviluppo della Toscana. La Regione ha più bisogno di Siena che il contrario. Oggi è un giorno importante. Insieme all’accelerazione degli investimenti che abbiamo messo in campo autonomamente, registro di avere al nostro fianco la Regione”.

“Quando le istituzioni riescono a lavorare insieme – ha commentato il presidente della Provincia di Siena Fabrizio Nepi – si riesce a fare una programmazione migliore. Da oggi vogliamo ripartire per costruire un nuovo modello di città e di territorio. Le Province italiane hanno enormi difficoltà nel programmare e trovare le risorse nei settori della viabilità. Dobbiamo partire dalle infrastrutture per rendere accessibili i nostri territori”.

Soddisfatto anche il direttore generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria senese Pierluigi Tosi: “Sono quasi alla fine del mio mandato – ha detto – I nostri professionisti hanno alzato la testa e hanno cominciato a produrre e a mostrare le nostre eccellenze. Grazie a tutti, un ringraziamento anche al Rettore”.