Primi arrivi in casa Virtus: Simone Orsini è un giocatore rossoblù
6 Lug, 2018
Orsini virtus presentazione

Primi arrivi in casa Virtus in vista della prossima stagione di Serie B: Simone Orsini è un nuovo giocatore rossoblu. Il giocatore è stato presentato questa mattina presso il centro NeoMedica.
L’esterno classe 1996, proveniente dal Don Bosco Livorno dove ha giocato l’ultima stagione, ha già una buona esperienza in categoria nonostante la giovane età.
Play/guardia di 188cm, Orsini inizia a giocare tra le fila del Don Bosco Livorno, società con la quale trascorre tutto il periodo delle giovanili ed esordisce in serie B, oltre ad entrare nel giro della Nazionale Under 18 e Under 19. Per l’ultimo anno di giovanili arriva la chiamata dell’Auxilium Torino, squadra con la quale disputa il campionato Under 20, mentre in concomitanza partecipa al campionato di Serie B con la maglia del Cus Torino. Dopo essersi messo in mostra con i torinesi, per la stagione successiva 2016/17 arriva la chiamata di Domodossola, con la quale partecipa per il terzo anno consecutivo alla Serie B. Terminata la stagione, il giovane talento livornese decide di tornare nella sua città, vestendo di nuovo la maglia del Don Bosco Livorno nel campionato di C Gold, in una squadra composta soltanto da ragazzi delle giovanili, nella quale si ritrova a ricoprire il ruolo di leader sia dentro che fuori dal campo.
Orsini, un playmaker/guardia dotato di visione di gioco ed un ottimo tiro da fuori, è sicuramente un innesto importante per i rossoblù in vista della prossima stagione.
Il giocatore è stato presentato questa mattina con una conferenza stampa preso NeoMedica, che dallo scorso anno è il centro di riferimento per le cure mediche, diagnostico e fisioterapiche. La Virtus ringrazia il direttore Isa Ayub e Riccardo Gambelli per il rinnovo della collaborazione con Neo Medica, centro di primo livello.

Ecco le prime parole in rossoblu di Simone:

«Sono onorato di vestire questa maglia che ho sempre ammirato sin dalle giovanili, non ci ho pensato due volte a sposare il progetto della Virtus! Vorrei ringraziare la società per la fiducia che mi ha dato, ma soprattutto il coach che mi ha fortemente voluto . So che rimpiazzare un giocatore di talento ed esperienza come Lenardon non sarà assolutamente facile perché è stato il fulcro questa squadra.
Riguardo alla prossima stagione mi pongo l’obiettivo di entrare a far parte di questa famiglia portando un importante contributo che possa far arrivare la squadra ai livelli che si merita.
Sono sicuro che questa stagione la affronterò in maniera più serena, perché in confronto all’anno scorso che mi sono ritrovato a dover fare da chioccia alla squadra più giovane d’Italia di C Gold , questo anno avrò vicino a me molti giocatori con un grande bagaglio tecnico da cui cercherò di imparare il più possibile.
Detto questo ci tenevo a ringraziare il Don Bosco per l’opportunità e la fiducia che mi ha dato aiutandomi a crescere come giocatore e come persona».

Ascolta l’intervista


Il coach Maurizio Tozzi