Home Slide Show Prima pagina

Presunte violenze a Ranza: il Gup ammette sette parti civili

Sono sette le parti civili ammesse dal Gup Roberta Malavasi nell’udienza preliminare sulle presunte torture nel carcere di Ranza. Tutti presenti ieri i cinque operatori della polizia penitenziaria che sono imputati, mentre non c’era il medico della struttura, accusato di omissione d’atti d’ufficio, i cui difensori hanno chiesto il giudizio abbreviato che sarà celebrato nel prossimo novembre. Si tratta della prima parte dell’indagine della procura, che rimane aperta per altre nove persone.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena