Presentato il panno del Bravìo delle Botti 2018
20 Ago, 2018
panno bravio 2018

La cerimonia che si è svolta oggi al Teatro Poliziano, culminata con la presentazione del panno del Bravìo delle Botti 2018 e la premiazione del concorso “A Tavola con il Nobile” ha celebrato la coesione di una comunità e il valore di una manifestazione che nel corso degli anni è riuscita a innovarsi, diventando un punto di riferimento per tutto il territorio e uno dei momenti di più alto coinvolgimento della cittadinanza e degli ospiti.

Il panno, realizzato dall’artista senese Fabio Mazzieri, è stato svelato alla presenza del reggitore del Magistrato delle Contrade Giulio Pavolucci, il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi e il consigliere delegato Stefano Bazzoni, che hanno presentato l’edizione 2018 del Bravìo delle Botti. Il panno è dedicato ai 500 anni dalla posa della prima pietra del Tempio di San Biagio, monumento che caratterizza Montepulciano in tutto il mondo e che è al centro di una serie di iniziative di celebrazione già da molti mesi; l’ambito trofeo sarà consegnato alla contrada vincitrice al termine della gara tra le botti che si svolgerà domenica 26 agosto, fino a quel momento sarà esposto al Tempio di San Bagio.

Il pomeriggio è proseguito con il premio Cesare Olmastroni, istituito lo scorso anno per ricordare l’autore dei panni delle edizioni 2015 e 2016, una figura particolarmente apprezzata dalla comunità poliziana e rimasta nel cuore delle contrade. Il premio, consegnato dal figlio Duccio Olmastroni, è stato assegnato proprio al pittore Fabio Mazzieri. Successivamente si è svolta la consegna del “Grifo Poliziano”, dedicato alle personalità che si sono distinte per il loro impegno nella valorizzazione di Montepulciano in ambito internazionale; il riconoscimento è stato assegnato a Roland Boer, direttore artistico e musicale del Cantiere Internazionale d’Arte.

Nell’occasione sono stati presentati i nuovi costumi dei portatori di cero, commissionati dal Magistrato delle Contrade alla costumista e scenografa Noemi Grottini, con cui si conclude un progetto triennale che ha completato il rinnovo della parte pubblica del corteo storico. Per tali costumi non c’erano precedenti iconografici, quindi è stato creato un modello apposito per Montepulciano, rispettando la storicità e i colori della cittadina poliziana, ricamando a mano gli otto stemmi delle contrade.

La seconda parte della cerimonia al Teatro Poliziano ha visto come protagonista il Vino Nobile di Montepulciano, con la presentazione di un cortometraggio dedicato al vino che rende famosa la cittadina poliziana in tutto il mondo, e la premiazione dell’edizione 2018 del concorso enogastronomico “A Tavola con il Nobile”, giunto alla sedicesima edizione. Quest’anno il tema del concorso erano i pici, sulla cui base le otto contrade dovevano sfidarsi nella realizzazione di ricette originali. Le ricette sono state giudicate da una giuria di giornalisti internazionali e food blogger presieduta dalla madrina Adua Villa e dal giornalista Bruno Gambacorta, ideatore del concorso. Il premio è stato vinto dalla contrada di Talosa con “I Pici della Trebbiatura”. I piatti del concorso saranno a disposizione di tutti gli ospiti nei rispettivi stand gastronomici delle contrade durante tutta la settimana degli eventi del Bravìo delle Botti.