Presentato a Montepulciano il marchio d’area “Valdichiana”
30 Ott, 2017
marchio area vdc rossi biagiotti

Un marchio d’area della Valdichiana per certificare la qualità di prodotti e servizi e per offrire opportunità di sviluppo alle imprese locali.

Il progetto, preannunciato da Andrea Rossi in qualità di Presidente dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, è ora realtà ed è stato presentato a Montepulciano, nella Sala consiliare del Palazzo Comunale.

All’incontro sono intervenuti numerosi Sindaci ed Amministratori dei Comuni dell’area, rappresentanti delle Istituzioni, delle associazioni di categoria e del mondo del lavoro, delle Terme di Chianciano e di Montepulciano ed imprenditori. Presenti anche i rappresentanti della Banca Monte dei Paschi che sostiene il progetto.

Numerose le iniziative e le strategie collegate alla creazione del marchio ed annunciate dallo stesso Rossi insieme a Stefano Biagiotti, Presidente di Qualità e Sviluppo Rurale, la società a capitale pubblico che ne ha seguita la realizzazione sotto il profilo tecnico.

“Il marchio è un valore aggiunto che va a beneficio del territorio” ha affermato il Presidente dell’Unione dei Comuni “e che trasforma in patrimonio condiviso le politiche di sviluppo realizzate a livello locale. Molti nostri prodotti – ha continuato Rossi – si fregiano già di marchi di qualità o appartengono a denominazioni certificate: con quello della Valdichiana saranno ancora più trasparenti nei confronti dei consumatori ed esprimeranno al tempo stesso valori come storia, rispetto della tradizione e attaccamento al territorio, tipici della nostra zona”.

“Per le imprese aderire al marchio Valdichiana vorrà dire entrare a far parte di un network promosso a livello nazionale ed internazionale con campagne mirate e che parteciperà ad eventi anche online, razionalizzando le spese e migliorando il rapporto costi/benefici. Uno dei nostri obiettivi è dare una visibilità maggiore alle aziende aprendo loro nuovi mercati, in Italia e all’estero, e sviluppare la cultura dell’e-commerce”.

“Grazie al marchio d’area Valdichiana – ha aggiunto Rossi – potremo dare evidenza allo sforzo collettivo che tutte le componenti del territorio, pubbliche e private, compiono per migliorarsi e per migliorare la percezione che, di esse, si ha all’esterno”.

Come è stato spiegato nel corso della presentazione, per ottenere il marchio Valdichiana, che porta il sottotitolo “Territorio, tradizione e turismo”, le imprese dovranno rispettare regolamenti e disciplinari specifici, redatti a seguito di concertazione e condivisione con le associazioni di categoria.

In una prima fase del marchio potranno fregiarsi del marchio servizi come le attività di ristorazione, agrituristiche, ricettive e di vendita per il consumo sul posto, le strutture termali e le imprese che producono olio di oliva, formaggi e prodotti caseari, pasta fresca, terracotta e vino.

Il marchio d’area Valdichiana, marchio di tipo collettivo, è di proprietà dell’Unione dei Comuni Valdichiana Senese; al momento sono stati redatti i disciplinari ed i regolamenti ed è stato realizzato il sito web www.marchiovaldichiana.it che comprende anche la piattaforma riservata alle imprese aderenti.

“Il marchio d’area “Valdichiana – territorio, tradizione e turismo” intende perseguire azioni di promozione e valorizzazione territoriale della zona con le sue tipicità” ha detto Stefano Biagiotti, Presidente di Qualità e Sviluppo Rurale. “Il sistema che ne scaturisce metterà in comune le migliori prassi, le esperienze e le conoscenze, sarà supportato da un team di professionisti e proporrà percorsi formativi”.

“L’iniziativa di creazione del marchio d’area Valdichiana – ha aggiunto Biagiotti – è un ulteriore esempio di best practices del nostro territorio, dove si punta ad uno sviluppo locale sostenibile, con tutela e valorizzazione di produzioni tipiche, tradizioni, ambiente e politiche di accoglienza, ritenute volano di sviluppo territoriale”.