Prima pagina

Presentata la prima Casa Rifugio per le donne maltrattate

E’ il giorno per urlare “Basta alla violenza sulle donne”. Nel mondo occidentale solo purtroppo ancora allarmanti i dati che parlano di donne picchiate o ferite psicologicamente da compagni violenti. La giornata mondiale che si celebra oggi è il momento per riflettere sul fenomeno e fare campagna informativa. A Siena l’associazione Donna chiama donna da anni si occupa di aiutare le donne ad uscire dalla spirale della violenza. “Nell’ultimo anno abbiamo assistito 45 donne che si sono presentate da noi per chiedere aiuto. A queste si aggiungono le altre ragazze che già si erano rivolte al centro. Il problema è che ci sono tante donne che subiscono senza avere il coraggio di chiedere aiuto. Molti casi sono di violenza psicologica che si consuma in un lungo arco di tempo consumando la donna che la subisce

In occasione della giornata internazionale contro la violenza contro le donne, è stata anche presentata la prima Casa Rifugio per le donne maltrattate. La prima della provincia, in linea con i requisiti previsti dalla legge (finora si è operato attraverso luoghi non completamente adeguati). L’immobile (la cui ubicazione dovrà rimanere segreta per garantire la necessaria protezione alle donne minacciate ed ai loro figli) é stato messo a disposizione dal Comune di Siena e sarà gestito insieme ai CAV, i Centri Anti Violenza.

ASCOLTA LE INTERVISTE DELL’ASSESSORE ALLE PARI OPPORTUNITA’ DEL COMUNE DI SIENA TIZIANA TARQUINI E DI ROSSANA SALLUCE, DELL’ASSOCIAZIONE AURORE