Ponte: “Potrei anche rimanere”. E si scatena l’ira dei tifosi
22 Giu, 2016
ponte pollici su (foto siena club fedelissimi)

Dopo il silenzio elettrico degli ultimi giorni, è bastata una scintilla per innescare un nuovo polverone all’interno del mondo bianconero. Scintilla provocata dalle dichiarazioni choc di Antonio Ponte, che ieri pomeriggio a margine dell’assemblea dei club di Lega Pro, oltre a definire “allucinante” l’attuale situazione societaria e il conseguente ricorso all’arbitrato da parte della Durio ha aggiunto che potrebbe addirittura rimanere all’interno del Siena. Non ci è dato sapere eventuale ruolo e funzione, visto che Ponte stesso si è rifiutato di fornire un’ulteriore spiegazione alle sue parole.

Immediate le reazioni dei tifosi, con Lorenzo Mulinacci (presidente dei Fedelissimi) che su Facebook ha usato toni durissimi invitando Ponte a togliere il disturbo il prima possibile. Il presidente della Robur, in una dichiarazione rilasciata al Corriere di Siena, ha allora invitato Mulinacci a dimettersi provocando un’ulteriore alzata di scudi da parte del principale gruppo organizzato bianconero. Che ha ribadito il messaggio e difeso Mulinacci. La Robur Siena, in questo momento, è una vera e propria polveriera.