Polemiche su strade ghiacciate e scuole aperte, le precisazioni del Comune
26 Feb, 2018
strada Lizza neve e ghiaccio

Polemiche a non finire, soprattutto sui social, sulla situazione delle strade non adeguatamente pulite e cosparse di ghiaccio e sulla decisione di non chiudere le scuole. Molti gli attacchi, sia di gruppi politici che di singoli cittadini, all’indirizzo del sindaco Valentini. In una nota il comune ha fatto queste precisazioni.

Le squadre di operai del Comune più alcune ditte esterne sono al lavoro da più di 24 ore per risolvere i disagi dovuti alla neve e al ghiaccio, spargendo sale per le strade e mettendo in atto tutte le misure necessarie. Le temperature particolarmente rigide rendono più resistente la neve ed il ghiaccio allo scioglimento.

Le operazioni sono in corso ininterrottamente dalla mattina di domenica 25 febbraio, con la presenza di 14 dipendenti e 5 mezzi attivi sul territorio comunale. Dalle 21.30 di ieri 3 mezzi hanno lavorato tutta la notte fino alle 4, quando sono tornate operative le squadre con 14 persone e 5 mezzi. Su tutte le strade principali ed in buona parte delle vie secondarie è stato sparso il sale, oltre ad altri interventi per garantire la sicurezza, come l’interdizione per le discese/salite più ripide.

Stamattina al lavoro anche SEI Toscana, Pubblica Assistenza e Misericordia, con volontari della Protezione Civile, con particolare attenzione alla pulizia dei marciapiedi. E’ comunque indispensabile la collaborazione dei cittadini, sia evitando di circolare con veicoli sprovvisti di gomme termiche o catene e sia contribuendo a tenere pulite le aree davanti a case ed uffici. Il trasporto pubblico e quello scolastico hanno funzionato con sostanziale regolarità, tranne un po’ di ritardo dovuto alla bassa velocità ed alle strade dove il transito è stato interrotto cautelativamente.

L’Amministrazione Comunale ricorda che il servizio scolastico va garantito il più possibile, anche per evitare disagi alle tante famiglie che contano sul fatto che i bambini ed i ragazzi frequentino la scuola durante l’orario di lezione. Laddove per alunni e/o insegnanti fosse impraticabile il raggiungimento dell’edifico scolastico, è più che giustificata l’assenza per impossibilità di movimento.

La presenza di oggi a scuola è stata ovviamente più bassa del solito, dall’85% scendendo in alcuni casi fino al 20%, in relazione alla lontananza della residenza degli studenti: laddove è più alta l’iscrizione di alunni locali la frequenza si è alzata sensibilmente.

Oggi alle ore 15 l’Amministrazione Comunale ha convocato una conferenza stampa nella Sala Operativa della Protezione Civile presso il Comando della Polizia Municipale (viale Tozzi 3, Siena).