Poggibonsi: successo per lo Streetfood Village
10 Ott, 2016
streetfood-poggibonsi

La pioggia non ha frenato le migliaia di persone, oltre 30 mila, che hanno preso d’assalto l’area del cibo di strada in piazza Matteotti a Poggibonsi (Si) dove si è svolta la seconda edizione dello Streetfood Village, che è stato allestito all’interno di una delle piazze più importanti della città in provincia di Siena, per tre giorni ha mosso l’intera popolazione creando un vero e proprio circolo economico per le attività del centro.

«Più che confermato il successo della scorsa edizione – spiega Massimiliano Ricciarini, presidente e fondatore di Streetfood – con ormai un pubblico di appassionati che in questi tre giorni, grazie anche alla collaborazione con l’amministrazione locale, ha avuto modo di vivere il centro storico di questo borgo in maniera diversa». In tre giorni, nonostante la pioggia che non ha comunque fermato i visitatori, il cibo di strada ha mosso migliaia di appassionati tanto che a metà giornata di domenica in molti degli operatori avevano già fatto registrare il tutto esaurito. Motivo per il quale è già stata confermata la seconda edizione in programma per il 2017.

Successo anche per gli eventi collaterali, come la musica dal vivo e l’area riservata ai bambini con giochi e trucca bimbi, a dimostrazione che l’evento ha veramente mosso la città. «Dobbiamo ringraziare anche l’associazione Viamaestra, la Proloco e tutti coloro che hanno dato il loro contributo alla riuscita di questo evento, per la nostra città del tutto originale. Una sinergia come sempre vincente», conclude Ricciarini.

Lo Streetfood Tour. Oltre quaranta appuntamenti previsti dall’Associazione nazionale Streetfood in tutta Italia. Obiettivo è quello di far divertire il maggior numero di appassionati attraverso la cultura del cibo di strada. Solo nel 2015 sono stati raggiunti in tutta Italia quasi due milioni di persone. Un format di successo non solo per gli organizzatori degli eventi, ma da condividere con gli operatori economici del settore e le realtà territoriali che hanno creduto in questo progetto. Anche decine di eventi collaterali, momenti di confronto e convegni, un concorso dedicato alla stampa nazionale e decine di concerti che hanno fatto da sfondo alle varie tappe.