Poggibonsi: boom di richieste per le scuole d’infanzia comunali
2 Feb, 2018
asilo-bambini

Chiuse le iscrizioni per le scuole d’infanzia comunali. Coperti tutti i posti a disposizione con cinquanta nuovi bambini e bambine accolti e che andranno a frequentare dal prossimo anno educativo le due scuole d’infanzia La Tartaruga di Luco e Mastro Ciliegia in via Sangallo. Tante le domande pervenute che sono state novantuno. “Un numero importante – sottolinea l’assessore alle Politiche Educative – che comprova la qualità delle nostre scuole. Altrettanto positiva è la qualità e la flessibilità di tutto il sistema territoriale dei servizi educativi in cui tutti i bambini e le bambine che non sono rientrati nelle comunali potranno comunque trovare posto. Nessuno resta senza scuola d’infanzia”. Le iscrizioni nelle scuole dell’infanzia statali saranno aperte fino al 6 febbraio.

Nel dettaglio saranno 25 i bambini e le bambine che andranno in via Sangallo e altrettanti coloro che andranno a Luco. “Quest’anno fra l’altro – dice l’assessore – ci siamo trovati in una situazione davvero particolare visto che i cinquanta posti a disposizione nelle due scuole comunali sono sati coperti tutti da domande di continuità, relative a bambini e bambine provenienti dai nidi comunali che da bando hanno la precedenza. Anche questo un bel messaggio di fiducia che ci arriva e soprattutto la conferma che lavorare sulla continuità è elemento qualitativo riconosciuto. Non a caso abbiamo attivato il centro educativo 0-6 in Sangallo, sfruttando la contiguità fra una scuola d’infanzia e un nido per proseguire una lunga tradizione di avanguardia pedagogica”.

Sempre in tema di infanzia e nidi, è attivo il nuovo affidamento del servizio “Qualità e continuità” all’interno dei servizi educativi 0-6. A seguito di apposito capitolato di gara, il bando si è chiuso con la conferma alla gestione dei soggetti uscenti. A svolgere i servizi nelle strutture educative comunali, affiancando educatori, insegnanti e personale comunale, sono dunque le Cooperative Pleiades e Zelig Sociale. I servizi di base di cui si occupano e si occuperanno sono prestazioni presso le strutture comunali, accoglienza anticipata presso la scuola Mastro Ciliegia, supporto alle attività educative dei servizi comunali all’infanzia 0-6 anni, servizio di vigilanza sugli scuolabus per gli alunni della scuola dell’infanzia e per gli alunni diversamente abili che fruiscono del trasporto scolastico comunale, collaborazione all’organizzazione Centro Ricreativo Estivo per i bambini 3-6 anni nel mese di luglio. “Gestione quindi in continuità – dice l’assessore – che significa continuità anche in termini di insegnanti, educatrici, personale ausiliario, accompagnatrici sullo scuolabus”.