Prima pagina

Pluripregiudicato straniero espulso e accompagnato al CIE dopo la scarcerazione

E’ stato espulso e accompagnato al CIE di Torino dalla Polizia di Stato, un pluripregiudicato algerino di 54 anni.
Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Siena sono andati a prenderlo al carcere di Santo Spirito, dove stava scontando una condanna a 8 mesi di reclusione per furto aggravato, al termine della pena.
Sulla base degli accordi e dei continui contatti che ogni volta si instaurano tra la Polizia di Stato e le Case Circondariali, in linea con le direttive dei Ministeri interessati, i poliziotti sapevano quale era la posizione dello straniero, clandestino, che vanta una fedina penale corposa, soprattutto per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.
L’algerino è stato quindi accompagnato all’ Ufficio Immigrazione per perfezionare le pratiche finalizzate alla sua espulsione dal territorio nazionale, al termine delle quali è stato emesso il relativo decreto del Prefetto di Siena Saccone.
Dato che era privo di documenti e, pertanto, non era possibile imbarcarlo immediatamente, con provvedimento del Questore Piccolotti ne è stato disposto l’accompagnamento al Centro d’Identificazione ed Espulsione di Torino, ove era stata trovata una collocazione dal Ministero dell’Interno, su richiesta della Questura di Siena.
Da lì, trascorso il tempo strettamente necessario per fargli ottenere un documento valido, come previsto dalla legge, verrà definitamente espulso dall’Italia e rimpatriato in Algeria.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena