Pienza: si spaccia per la segretaria del sindaco e deruba una coppia di anziani
19 Apr, 2018
carabinieri strada

Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri per rintracciare due truffatori che hanno raggirato e derubato di una coppia di anziani, 90 anni il marito e 87 la moglie, che vivono in una zona piuttosto isolata lungo la statale 146, che da Pienza conduce a Chianciano Terme. Qualche giorno fa una macchina con a bordo due sconosciuti si è fermata nel piazzale di casa: alla guida c’era un uomo, che non è sceso, il passeggero invece era una donna vestita elegantemente con un tailleur bianco, che si è presentata come la segretaria del sindaco. Senza perdere tempo in convenevoli la signora è entrata nell’abitazione ed ha chiesto di poter vedere i libretti della pensione dei due anziani, sostenendo che ci fosse un errore dell’INPS nel calcolo degli importi e che occorreva fare un ricorso del quale si sarebbe occupata lei “per incarico del sindaco che è molto sensibile a queste problematiche”. Il 90enne ha acconsentito, la donna lo ha seguito, ma nel posto dove erano documenti di soldi non ce n’erano. La truffatrice non si è persa d’animo, e sentendosi rassicurata dall’atteggiamento bonario dell’uomo che non dava segni di aver compreso cosa stesse accadendo, ha fatto una seconda richiesta ancora più assurda della prima: verificare la validità di una banconota da 100 euro proveniente dalla pensione perché poteva anche essere falsa. L’anziano ci è cascato ed è andato a prenderla da un cassetto dove erano custoditi i risparmi: 2500 euro circa, che la ladra gli ha abilmente strappato di mano, per poi fuggire col complice che l’attendeva in auto. Subito sono arrivati i carabinieri che hanno visionato le immagini registrate dalla telecamera di un vicino, riuscendo ad identificare la targa della macchina e i due malviventi: una coppia di coniugi, due nomadi siciliani, che hanno alle spalle molti precedenti specifici e che sono stati riconosciuti senza dubbi dagli anziani nelle foto segnaletiche.