Prima pagina

Piccini: “Seguire le sorti della Banca sarebbe un suicidio per la Fondazione”

Il Monte dei Paschi di Siena ha tempo fino al 10 novembre per individuare le soluzioni strategiche utili a rispondere alla richiesta di aumento di capitale di 2,11 miliardi di euro in seguito ai risultati degli stress test. mps
Fusione con un altro istituto, vendita di asset o aumento di capitale: questi alcuni dei possibili scenari al vaglio della Banca che ha affidato agli advisor Citigroup e Ubs il compito di studiare le varie opzioni possibili. Ai nostri microfoni è intervenuto l’ex Sindaco di Siena, Pierluigi Piccini che ha sottolineato la conferma dello sradicamento di Mps da Siena e l’importanza di concentrarsi sulla necessità di garantire il mantenimento di un po’ di patrimonio da parte della Fondazione Monte dei Paschi come principale obiettivo. Piccini ha inoltre descritto come realistico e positivo lo scenario di ridurre la banca a medie dimensioni, capace di essere protagonista nel contesto del centro Italia. A patto che la politica, specie quella nazionale, si muova rapidamente per quella che sarebbe un’operazione di sistema. L’ex Sindaco si è inoltre soffermato sui vertici della Banca, il cui mandato scade nell’aprile 2015, e tracciato un’analogia con il Direttore della Candidatura di Siena 2019, Pierluigi Sacco.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena