Piancastagnaio: i carabinieri sventano un maxi furto a cinque pelletterie
9 Mar, 2017
Carabinieri ricerche campagna

Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri di Montalcino su un maxi furto ai danni di alcuni laboratori di pelletteria di Piancastagnaio, che è stato tentato stanotte e che è stato sventato proprio dal tempestivo intervento dei militari. Secondo quanto ricostruito una banda di malviventi, almeno 4  che hanno studiato il colpo nei dettagli, tra le 4 e le 4.30, ha bloccato la uniche due strade di accesso all’area industriale mettendo di traverso un escavatore e servendosi di reti metalliche rubate in un cantiere vicino e poi ha fatto razzia di borse di lusso in cinque aziende, provando senza riuscirci ad entrare anche in una sesta. I ladri però non hanno fatto i conti con l’allarme dei laboratori collegato alla centrale dei Carabinieri accorsi immediatamente sul posto dopo essersi aperti un varco d’accesso tagliando con le tenaglie le reti metalliche. All’arrivo dei militari sono scappati e per ostacolare le gazzelle che li stavano inseguendo hanno lanciato in strada i voluminosi sacchi che contenevano la refurtiva: oltre 200 borse in pelle delle marche più prestigiose – Prada, Gucci, Louis Vitton – per un valore di mercato che supera i 400 mila euro. La fuga è proseguita nelle stradine di campagna, finchè nel tentativo di attraversare un ruscello, il furgone si è impantanato ed è stato abbandonato dai ladri che hanno proseguito a piedi, facendo perdere le tracce. Le ricerche sono ancora in corso. Al vaglio dei Carabinieri le immagini delle telecamere di videosorveglianza e sono in corso i rilievi scientifici sul furgone alla ricerca di impronte e tracce di DNA. La refurtiva, interamente recuperata, non ha subito danni.