Prima pagina

Persi e Petti (Pd): CEC 2019 l’ultima prova, “saper perdere”

“Dobbiamo affrontare la realtà prima di tutto con obiettività e in modo sincero” commentano il Capogruppo Pd e la Presidente della Commissione Cultura del Comune di Siena “quindi evitare ipocrisie non cedendo alla tentazione di consolarsi affermando che non conta se si vince o si perde. Dobbiamo partire dalla sconfitta per accettarla e usare il patrimonio della progettualità, dei contatti, delle relazioni che ci consentirà di intraprendere comunque un cammino sano e positivo per la nostra città anche se molto diverso da ciò che sarebbe accaduto in caso di vittoria.

Perdere in modo umano facendo forza su quegli elementi che hanno reso il nostro progetto capace di superare la prima selezione, sarà l’ennesimo banco di prova offerto dalla candidatura: dimostrarci capaci di andare avanti e fare buon uso di quello che tre anni di lavoro intenso hanno prodotto.

Vorremmo che si potesse leggere questo risultato senza strumentalizzazioni e farsene una ragione senza ipocrisie o rancori, forse non abbiamo perso perché abbiamo sbagliato ma perché un altro ha fatto meglio di noi.

A chi profetizzava sconfitta (confidando soprattutto sul calcolo delle probabilità: una vince, cinque perdono) vorremmo dire che essere pessimisti significa giocare una partita sicura ma sterile, sottraendosi alla fatica e alla responsabilità della reazione e della creatività affrontando il presente per costruire il futuro.”

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena