Palio

Palio di luglio: ecco le proposte di sanzione. Due palii al Montone, scatta la squalifica per il Mari

Due palii di squalifica, una censura e una deplorazione al Montone; due deplorazioni e una censura al Nicchio; una deplorazione a testa per Civetta e Leocorno; cinque palii di squalifica e un’ammonizione per Massimo Columbu detto Veleno II (1 Palio per l’atteggiamento tenuto alla mossa + 4 palii per le conseguenze del gesto ai danni di Giovanni Atzeni); un’ammonizione per Andrea Mari detto Brio (per il quale scatta la squalifica), un’ammonizione per Francesco Caria detto Tremendo. Sono queste le proposte di sanzione dell’assessore delegato Paolo Mazzini relativamente alla carriera di luglio. Ecco le motivazioni.

Contrade e fantini hanno adesso 10 giorni di tempo per presentare alla Giunta Comunale le proprie memorie difensive.
Leocorno
“Deplorazione”, per avere i propri contradaioli preso parte ad un fronteggiamento, nella Piazza del Campo, dopo la terza prova, con i contradaioli della Contrada Priora della Civetta;

Civetta

“Deplorazione”, per avere i propri contradaioli preso parte ad un fronteggiamento, nella Piazza del Campo, dopo la terza prova, con i contradaioli della Contrada del Leocorno;
Montone

Una “Censura”, per avere il signor A. T., fiduciario del Capitano secondo quanto indicato nelle memorie presentate dalla contrada stessa, parlato più volte con il
fantino della propria Contrada Massimo Columbu detto Veleno II nelle fasi precedenti la mossa;
– “esclusione da n. 2 (due) Palii cui avrebbe avuto diritto partecipare e dalla relative prove” per avere il suo fantino Massimo Columbu detto Veleno II, afferrato da dietro per il giubbetto e disarcionato facendolo cadere a terra il fantino della Nobile Contrada del Nicchio Giovanni Atzeni detto Tittia, tale evento essendo riconducibile nella responsabilità ex art. 101 del
Regolamento per il Palio;
– una “Deplorazione”, per avere i propri contradaioli preso parte ad un fronteggiamento, nella Piazza del Campo, dopo il Palio, con i contradaioli della Nobile Contrada del Nicchio;
– di vietare alla Contrada di Valdimontone di far ricoprire incarichi, soggetti ad approvazione ex artt. 17 e 75 del Regolamento per il Palio per n. 2 (due) Palii al signor A. T. per avere parlato più volte con il fantino della propria Contrada nelle fasi precedenti la mossa;

Nicchio

Una “Censura”, per essere il proprio contradaiolo signor F. M. entrato in pista durante la corsa del Palio e averne percorso un tratto fino al verrocchino prima dello scoppio del mortaretto indicante la fine della corsa;
– una “Deplorazione”, per avere il proprio contradaiolo signor F.M. aggredito il signor A. T. in pista durante la corsa del Palio;
– una “Deplorazione”, per avere i propri contradaioli preso parte ad un fronteggiamento, nella Piazza del Campo, dopo il Palio, con i contradaioli della Contrada di Valdimontone;
– di vietare alla Nobile Contrada del Nicchio di far ricoprire incarichi, soggetti ad approvazione ex artt. 17 e 75 del Regolamento per il Palio per n. 20 (venti) Palii al contradaiolo F. M. per avere aggredito il signor A. T. in
pista durante la corsa del Palio;
Columbu

“esclusione” per n.1 (uno) Palio, dal montare cavalli di Contrade tanto per le prove quanto per il Palio, per avere, nella fase della mossa, tenuto un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’art.64 del Regolamento per il Palio, nonostante i numerosi richiami ufficiali disposti dal Mossiere;
– “esclusione” per n.4 (quattro) Palii, dal montare cavalli di Contrade tanto per le prove quanto per il Palio, per avere durante la corsa afferrato da dietro per il giubbetto e disarcionato facendolo cadere a terra il fantino della Nobile Contrada del Nicchio Giovanni Atzeni detto Tittia, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal 1° comma dell’art. 67 del Regolamento
del Palio;
• una “ammonizione”, per essere partito, in occasione del Palio, dall’ottavo posto, anziché dal secondo assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’art.64 del Regolamento per il Palio;
Caria

“ammonizione”, per essere partito, in occasione del Palio, dal settimo posto,
anziché dal quarto assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’art.64 del Regolamento per il Palio;

Mari

“ammonizione”, per essere partito, in occasione del Palio, dal quinto posto, anziché dal nono assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’art.64 del Regolamento per il Palio;

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena