Prima pagina

Pacemaker difettoso, 14 pazienti richiamati dall’AOU senese

Sono 14 i pazienti richiamati dall’Azienda ospedaliera senese a causa del sospetto malfunzionamento del pacemaker che è stato loro impiantato. Di questi, a 6 è già stato sostituito il dispositivo, gli altri verranno tutti trattati entro Natale. Tutto è cominciato lo scorso 10 ottobre quando la “St. Jude Medical”, ditta statunitense leader nel settore, ha dato l’allarme sui suoi apparecchi salvavita prodotti prima del 23 maggio 2015 che hanno manifestato un problema per quanto riguarda le batterie, che si scaricano prima del previsto. Il rischio è che il dispositivo non entri in funzione in caso di aritmia. In tutto il mondo ne sono stati impiantati 350mila, 1535 solo in Toscana e le Asl hanno dunque cominciato a contattare i rispettivi pazienti per il controllo. L’Azienda ospedaliera senese fa sapere che tutti questi pazienti sono comunque sottoposti a un sistema di telemedicina (da casa all’ospedale) con monitoraggio h24 di tutti i parametri vitali. I dati vengono inviati sia in ospedale che sul cellulare di un cardiologo delle Scotte in modo da intervenire tempestivamente in caso di necessità.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena