Home Slide Show Prima pagina

Operatore sanitario maltratta gli ospiti di una Rsa di Monteroni d’Arbia

Ieri a Siena i carabinieri di Siena e di Monteroni d’Arbia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare personale del divieto di avvicinamento ai luoghi  frequentati dalle persone offese, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Siena su richiesta della Procura Ordinaria, nei confronti di una persona indiziata di maltrattamenti nei confronti di persone affidate alla sua cura. In particolare, l’uomo in qualità di O.S.A. (Operatore socio assistenziale) presso una R.S.A. di Monteroni d’Arbia, è indiziato di aver compiuto numerosi atti di volenza fisica e verbale nei confronti degli ospiti della struttura, umiliandoli, sottomettendoli e minacciandoli.

Il provvedimento trae origine da un’indagine avviata nel mese di settembre 2021 dalla Sezione Operativa del N.o.r. della Compagnia di Siena, a seguito di una segnalazione pervenuta ai carabinieri della stazione di Monteroni d’Arbia circa alcuni comportamenti inadeguati posti in essere da un operatore di una locale struttura R.S.A. per anziani e disabili, nei confronti di alcuni ospiti. I carabinieri hanno così avviato d’iniziativa accertamenti e verifiche, mediante acquisizioni documentali nonché escussioni testimoniali, che, in quadro indiziario chiaro e concordante, hanno permesso di individuare l’uomo e le condotte oggetto di segnalazione. Nello specifico le prime indagini hanno fatto emergere il temperamento aggressivo dell’indagato, incline a tenere comportamenti violenti in danno dei pazienti ospiti della struttura, per lo più soggetti fragili, anziani e con forme varie di invalidità. Dai primi accertamenti esperiti è stato accertato anche che l’uomo era stato già sottoposto in passato a provvedimenti disciplinari per comportamenti analoghi.

Le successive indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Siena, eseguite mediante servizi di osservazione e supportate da attività di natura tecnica, hanno consentito di ricostruire dettagliatamente le condotte denunciate, che già dal mese di marzo 2021 venivano poste in essere dall’uomo nell’orario di lavoro nei confronti di persone deboli, anziani e disabili, che senza alcun motivo venivano ripetutamente percossi e colpiti in diverse parti del corpo, rimproverati con aggressività e minacciati.

Le risultanze investigative sono state condivise dalla competente Autorità Giudiziaria che ha emesso la predetta misura cautelare, consentendo di allontanare immediatamente l’uomo dalla struttura sussistendo il rischio concreto ed attuale di reiterazione delle condotte indagate e di inquinamento probatorio.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena