Prima pagina

Nuova tentata truffa ai danni di un’anziana a Monteriggioni

Una nuova truffa ai danni di una persona anziana in provincia di Siena. Questa volta, per fortuna, il tentativo non è andato a buon fine per l’intervento di un familiare di una vedova 87enne che vive a Monteriggioni. La donna ha raccontato ai carabinieri che martedì all’ora di pranzo ha ricevuto una telefonata da parte di un sedicente carabiniere che la informava che il figlio era stato arrestato e che serviva una certa somma di denaro per la cauzione, da consegnare ad un avvocato che di lì a poco sarebbe passato da casa a prenderlo. Dopo una mezz’ora a casa dell’anziana si è presentato un uomo, alto 1,80, di corporatura robusta, capelli rasati e senza particolari inflessioni, per prendere i soldi pattuiti telefonicamente. Fortunatamente è intervenuto un familiare della donna che, insospettito, ha chiesto all’uomo di mostrare un documento di identità. Vistosi scoperto il truffatore è fuggito a bordo di un’auto di marca Fiat di colore scuro, di cui si conosce anche parte della targa: BB889. Le indagini sono in corso da parte dei carabinieri, che da tempo stanno effettuando conferenze e incontri sul tema, spiegando tecniche e modus operandi adottati dai truffatori. In realtà la questione è semplice ed intuitiva: non ci si deve fidare di nessuno, in particolare di chi chiede soldi raccontando storie pietose, o affermando di agire per scopi benefici in nome e per conto di enti pubblici, che mai e poi mai potrebbero riscuotere denaro contante casa per casa. L’invito agli anziani, al minimo dubbio, è quello di chiamare il 112 e di chiedere aiuto

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena