Nuova illuminazione pubblica per Siena: innovazione, risparmio energetico e valorizzazione del patrimonio artistico
15 Set, 2016
conf-stampa-illuminazione-pubblica-raffaele-bonardi-2

Valorizzare il contesto storico-architettonico della città e, al contempo, risparmiare nei costi energetici sono state queste le motivazioni che hanno spinto l’amministrazione comunale ad approvare un progetto per rinnovare e migliorare l’illuminazione pubblica della nostra città. La gestione sarà affidata, aderendo alla Convenzione Consip, all’azienda francese Citelum del gruppo EDF.

“Un progetto straordinario, il più grande investimento pubblico degli ultimi cinque anni per circa sei milioni di euro – ha sottolineato il Sindaco Valentini – e di cui andiamo fieri. Un’altra promessa che l’Amministrazione ha mantenuto. Il cambio di gestione comporterà, durante i nove anni della convenzione, minori spese di canone e una serie di investimenti per l’efficientamento, la messa in sicurezza e la riqualificazione tecnologica dell’impianto di illuminazione pubblica. Verranno istallati nuovi corpi illuminanti LED e verranno sostituite le linee e i sostegni obsoleti. Molto importante sarà anche la valorizzazione del nostro straordinario patrimonio artistico”.

“Oltre a questo – ha aggiunto il vicesindaco Fulvio Mancuso – il progetto di Citelum prevede ulteriori investimenti per la realizzazione di interventi in ottica Smart City, finalizzati al miglioramento della qualità della vita dei cittadini, imprese, istituzioni nonché dei turisti. Nello specifico il progetto Smart City Siena contiene al suo interno l’obiettivo di aumentare le infrastrutture per la copertura Wi FI pubblica gratuita, e di gestire in maniera intelligente l’illuminazione pubblica attraverso l’impiego di corpi illuminanti a Led e di sistemi di telecontrollo, di implementare, eventualmente, la videosorveglianza e la sensoristica in genere. Un intervento previsto nel progetto è la stazione meteo per il monitoraggio dei parametri ambientali con pannelli a messaggio variabile informativi. La mia soddisfazione è doppia visto che proprio da un dibattito organizzato da “Sienaintelligente” – il format di partecipazione che sviluppa e monitora i progetti di Siena Smart City – nacque la proposta di aderire al PAES o patto dei sindaci – iniziativa della Commissione europea volta alla riduzione delle emissioni inquinanti e al rafforzamento dell’efficientamento energetico – e di realizzare la revisione completa dell’illuminazione pubblica nella nostra città”.

Un miglioramento generale, come è stato illustrato nel dettaglio dal CEO Italia Raffaele Bonardi, che prevede anche la valorizzazione di due luoghi di grande valore storico-artistico: Piazza del Campo e il Duomo.

“Un’illuminazione migliore e più accurata – ha detto Bonardi – migliora la qualità estetica notturna della città e la sicurezza dei cittadini. Una risposta concreta a un’esigenza sempre più sentita e tesa ad aumentare la vivibilità della città”.

“Complessivamente – ha evidenziato l’assessore ai lavori pubblici e ambiente Paolo Mazzini – gli interventi garantiranno risparmi energetici superiori al 57%, con conseguente riduzione delle emissioni di anidride carbonica pari a 1.300 tonnellate annue, migliorando notevolmente l’impatto ambientale. Con la progettazione che verrà attuata si realizzerà un’opera strutturale significativa e indispensabile per Siena”.

“Un progetto innovativo, ecocompatibile, e sostenibile a livello economico” ha concluso Valentini.