Niente da fare per la Emma Villas, al PalaEstra Trento vince 3-1
27 Dic, 2018
Emma Villas Siena - Itas Trentino_foto27

Niente da fare per la Emma Villas che dopo avere vinto il primo set cade di fronte al team campione del mondo per club.

Siena parte fortissimo, vincendo il primo set 25-21 e attaccando con il 64%. E’ molto buono l’approccio al match del team biancoblu, con le bande Ishikawa e Maruotti che in avvio di sfida partono forte mettendo a segno 9 punti in due nel primo set. I biancoblu attaccano bene e difendono ugualmente bene.

Poi però sale in cattedra Trento, che alza le proprie percentuali e che va a segno ripetutamente con Vettori, Kovacevic e Russell (14 il primo, 15 il secondo e 16 il terzo). Gli ospiti vincono il secondo set 17-25 e con egual punteggio si aggiudicano anche il terzo.

Nel quarto parziale il punteggio premia in maniera ancora più netta gli ospiti: 16-25. L’Itas conquista tre punti in classifica.

Primo set Siena in campo con il sestetto abituale: Marouf-Hernandez sulla diagonale palleggiatore-opposto, Gladyr e Spadavecchia al centro, Ishikawa e Maruotti in banda, Giovi libero. Coach Lorenzetti risponde schierando Giannelli in cabina di regia, Vettori opposto, Russell e Kovacevic in banda, Lisinac e Candellaro centrali, Grebennikov in seconda linea a difendere.

La Emma Villas parte alla grande con due punti di Gladyr e un ace di Ishikawa. Kovacevic prima realizza con una bella schiacciata in diagonale e poi piazza un servizio vincente (5-3). Molto bravo Gabriele Maruotti che da posto 4 mette a segno due punti non semplici. Bene anche Yuki Ishikawa, due punti pure per il giapponese che realizza altri due punti che mantengono Siena sul +4 (11-7).

Due magie di Marouf: prima alza ad una mano per Ishikawa, che va a segno. Poi il palleggiatore iraniano è protagonista di una difesa meravigliosa che consente a Siena di realizzare un altro punto con Maruotti. La Emma Villas sta giocando bene e Gladyr si merita applausi a scena aperta dal pubblico senese con due ace consecutivi che riesce a mettere a segno (16-9). Il pubblico del PalaEstra applaude in maniera veemente e calorosa. I primi due punti del match per Fernando Hernandez portano la Emma Villas a quota 19. L’ace di Nelli riduce lo svantaggio dei trentini (19-15). L’Itas non ci sta, la squadra di coach Lorenzetti migliora l’intensità della propria difesa e in attacco serve molti palloni a Vettori e Kovacevic, che vanno a segno. Un pallone pesantissimo è quello che porta Siena sul 22-18: dopo mirabili difese da una parte e dall’altra è Yuki Ishikawa a mettere giù il pallone tra il tripudio dei tifosi biancoblu presenti al PalaEstra. Spadavecchia non sente la pressione e finalizza la veloce del 23-20. Hernandez fa 24, l’errore di Vettori dà il primo set a Siena (25-21).

Molto bene il primo set delle due bande senesi, con Ishikawa e Maruotti già autori di 9 punti in due. Siena ha attaccato nel primo parziale con il 64%.

Secondo set Trento tenta subito di allungare alla ricerca della parità nel computo dei set. Russell, Vettori e Kovacevic alzano i giri del proprio motore e sbagliano pochissimo. Siena comunque difende bene e contrattacca con Ishikawa e Hernandez, entrambi “on fire”.  Marouf trova una bellissima murata vincente. Sul taraflex si vede grande spettacolo: Giannelli, che in avvio di secondo set ha realizzato anche un meraviglioso ace, sta servendo con classe i suoi compagni di squadra. Lo stesso sta facendo Saeid Marouf. E poi c’è un Yuki Ishikawa in giornata di grazia. Marouf regala un altro grande colpo. Però Trento è avanti: Vettori, Kovacevic e Russell continuano a macinare punti, così come Lisinac dal centro. Adesso la Diatec è anche meno fallosa in battuta, dopo che nel primo set aveva sbagliato sei servizi. Quando Kovacevic mura Ishikawa gli ospiti raggiungono il +5 (15-20). Grebennikov arriva su un pallonetto di Hernandez, ne nasce un altro punto break di Trento con Kovacevic. I campioni del mondo ampliano ancora il divario e con Russell schiacciano il 15-23. Coach Zanini cambia e inserisce Johansen al posto di Hernandez. Lisinac chiude il secondo set (17-25).

 

Terzo set Due murate di Giannelli e Candellaro consentono a Trento di cominciare bene anche il terzo parziale. Spadavecchia blocca l’attacco dalla seconda linea di Kovacevic, ed è il secondo muro punto di Siena nel match. Russell senza particolare opposizione schiaccia il punto che vale l’8-10. Ora Marouf cerca spesso Hernandez, che non sbaglia. Non sbaglia neppure Kovacevic, che sulla parallela ha la meglio della difesa senese. Basta qualche passaggio a vuoto in attacco di Siena per far scappare via il Trentino Volley. Hernandez attacca bene, però gli ospiti in attacco adesso sono superlativi. Vettori ha alzato le sue percentuali, Russell trova bei colpi e dai nove metri beffa la ricezione senese mettendo a segno l’ace del 13-20. Di Kovacevic i punti numero 21 e 22 per gli ospiti (14-22). Il parziale favorevole agli ospiti prosegue con la murata di Lisinac su Hernandez. E’ ancora Lisinac finalizzando una veloce a far terminare il terzo set sul 17-25.

 

Quarto set Siena inizia con Cortesia al centro, ed è proprio lui ad andare al servizio ma la sua battuta è out. Viene tuttavia imitato da Giannelli. Russell prende per mano la squadra e Trento vola subito sull’1-4. Gladyr rintuzza (2-4). Bene anche Ishikawa che mura Vettori e Siena è di nuovo a contatto (3-4). L’Itas allunga con un parziale a metà set: Maruotti attacca una palla comunque difficilissima ma è out mentre il pallonetto di Kovacevic è vincente (8-12). Maruotti schiaccia bene il nono punto dei locali in questo set. Ishikawa viene murato e Vettori schiaccia bene in diagonale il 9-17. Kovacevic a segno anche contro il muro a tre senese facendo toccare il pallone ai giocatori di casa. Lorenzo Cortesia schiaccia bene in mezzo alle mani del muro trentino. Poi lo stesso Cortesia sbaglia la battuta. Trento si avvia verso la vittoria del match, è Lisinac a schiacciare a terra l’ultimo pallone (16-25).

Si chiude sull’1-3, vince Trento.

Emma Villas Siena – Itas Trentino 1-3 (25-21, 17-25, 17-25, 16-25)

EMMA VILLAS SIENA: Giraudo, Cortesia 2, Spadavecchia 2, Marouf 3, Giovi (L), Gladyr 8, Vedovotto, Mattei, Caldelli (L), Ishikawa 11, Johansen, Maruotti 7, Hernandez 14. Coach: Zanini.

ITAS TRENTINO: Russell 16, Van Garderen 2, Nelli 1, Cavuto, Daldello, Vettori 14, De Angelis (L), Giannelli 2, Grebennikov (L), Candellaro 6, Codarin, Lisinac 14, Kovacevic 15. Coach: Lorenzetti.

Arbitri: Ilaria Vagni, Gianni Bartolini.

NOTE – Siena: percentuale in attacco: 46%; positività in ricezione: 48% (29% perfette); ace: 3; errori in battuta: 17; muri punto: 6.

Trento: percentuale in attacco: 61%; positività in ricezione: 63% (34% perfette); ace: 5; errori in battuta: 22; muri punto: 11.

Video Check: nel primo set richiesto da Trento sul 5-1 e da Siena sul 19-15.

Spettatori: 2.875. Incasso: 28.000 euro. Mvp: Kovacevic.

Durata del match: 1 ora e 36 minuti (26’, 24’, 23’, 23’).