“Nero su Bianco” su scuolabus: “Niente più servizi anche a poche decine di metri dai confini”
6 Apr, 2018
scuolabus

“Per decenni non è stato fatto nulla per evitare che tantissimi cittadini senesi fossero costretti loro malgrado ad emigrare in comuni limitrofi per non essere in grado di sostenere gli alti costi delle abitazioni nel centro di Siena, ma anche nelle sue periferie, poi si emarginano anche dai servizi. La notizia che dal prossimo anno gli alunni iscritti alle prime classi di elementari e medie non residenti nel nostro comune non potranno usufruire del servizio di scuolabus lascia sconcertati.
Si cerca di giustificare con motivi di bilancio una decisione che va a colpire alunni che per lo più abitano poche decine di metri fuori del confine comunale, con costi di trasporto supplementari quindi davvero irrisori. Elementari e medie non sono scuole che attirano iscritti residenti in comuni lontani o comunque in aree distanti dal perimetro di Siena. Vengono frequentate e scelte da chi abita in quartieri satelliti che spesso solo per cervellotiche e poco razionali delimitazioni di confini, non rientrano nel territorio di Siena. Inoltre il servizio, ad esaurimento, continuerà per chi già frequenta le altri classi: così gli esclusi si vedranno sfilare davanti uno scuolabus che però non potrà accoglierli pur passando davanti alle loro case. La decisione mostra anche la scarsa capacità di collaborazione esistente tra i comuni dell’area senese, una mancanza di collaborazione che già si evidenzia in altri settori di servizi con costi che potrebbero essere ridotti e condivisi. Dunque niente scuolabus dal 2019 per i piccoli alunni che vogliono venire a studiare nella loro città. In compenso demagogicamente e i n corrispondenza delle tornate elettorali il comune ha decisione di rinunciare per i prossimi tre mesi alle rette degli asili. E’ una norma a livello nazionale, ed anche i fondi sono statali, ma forse potevano essere destinati per qualcosa di più strutturato”.

Nero su Bianco