Murlo, unione civile per due imprenditrici del territorio
10 Ott, 2016
untitled

Una coppia molto conosciuta, a Murlo, ha appena celebrato, di fronte al sindaco Fabiola Parenti, la prima unione civile. Si è trattato di un evento condiviso dalla comunità, carico di emozioni e di significati, quello che ha visto protagoniste Marisa Meneghelli e Donatella Barcelli nella bella sala del castello adibita alle cerimonie.
“Sento di aver fatto qualcosa di buono – osserva Fabiola Parenti – perché non si è trattato di un semplice atto pubblico, ma del riconoscimento che si dà a un essere umano, e alla possibilità di esprimersi pienamente. Le unioni civili rappresentano un grande passo in avanti, per la crescita dell’umanità. In più si è trattato di unire due amiche, due persone alle quali finalmente sono stati riconosciuti una dignità rispetto alle convenzioni sociali e soprattutto dei diritti. Sono molto felice per loro e di essere il primo sindaco di Murlo che, finalmente, può riconoscere a persone che si vogliono bene uno status giuridico analogo, per molti aspetti, a quello conferito dal matrimonio”.
L’arcobaleno, simbolo dell’orgoglio omosessuale ma anche di pace, insieme a frasi poetiche commentate dal sindaco Parenti, ha colorato la sala e i sentimenti in una sala gremita di tanti murlesi. Tutti stretti intorno a Marisa e Donatella, unite da trent’anni anche dal punto di vista professionale. Attualmente gestiscono un’attività di ristorazione, che portano avanti con successo al castello di Murlo.