Prima pagina

Mps, sei banche d’affari per un consorzio pre-garanzia

Sarebbero sei, secondo le indiscrezioni, le banche d’affari che stanno concorrendo alla costituzione di un consorzio di pre-garanzia, in arrivo probabilmente entro il prossimo lunedì, per effettuare l’operazione di supporto del Monte dei Paschi di Siena; operazione che dovrebbe vedere la luce entro la fine dell’anno.
Alla guida del negoziato ci sono due global coordinator, Mediobanca e JpMorgan, che a loro volta hanno chiamato al tavolo anche altre banche internazionali come Bofa Merrill Lynch, Credit Suisse, Citi e Goldman Sachs. La platea si allargherà soltanto in un momento successivo, ancora in forse l’intervento degli istituti italiani come Unicredit ed Intesa Sanpaolo. Il futuro aumento di capitale da 5 miliardi di euro, con la Fondazione fuori gioco, a cui dovrebbe essere anteposta la cartolarizzazione dei NPL da 9,6 miliardi di euro comincia a prospettarsi concretamente. Resta l’incognita sull’intervento dello stato a supporto della banca senese, Pier Carlo Padoan ieri alla Camera ha parlato di un sistema bancario italiano “in grado di implementare soluzioni di mercato efficaci e sostenibili di fronte ad eventuali fabbisogni di aumento di capitale e di smaltimento delle sofferenze”, sembra fare un passo indietro dunque in merito all’ingerenza statale sul tema senza però chiudere completamente le porte alle possibili garanzie pubbliche.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena