Prima pagina

Mps, operazione Alexandria: al via a Milano l’udienza preliminare

Antonio Vigni e Giuseppe Mussari

Si apre oggi a Milano con l’udienza preliminare la fase dibattimentale del processo per l’operazione Alexandria, che vede coinvolti gli ex vertici Mps, Mussari, Vigni e Baldassarri. Presumibilmente non sarà presa oggi la decisione del rinvio a giudizio, ma sarà importante comunque per valutare l’importanza che viene data a questo processo al tribunale di Milano, dove è stato trasferito su richiesta dei legali della difesa. “Questo filone si basa sull’accusa di aggiotaggio, l’ipotesi di false informazioni fornite alla Borsa e proprio per questo è stato ritenuto competente il tribunale di Milano. C’è chi sostiene che questo trasferimento voluto dai legali della difesa per allungare i tempi porterà alla prescrizione e chi invece pensa che proprio perchè nel foro lombardo c’è una sezione specializzata per i casi di aggiotaggio, il processo sarà veloce. Probabilmente oggi in aula ci sarà Baldassarri che ha sempre seguito le udienze. I processi si concentrano sui derivati mentre sta perdendo forza il filone su Antonveneta”.

I pm di Milano hanno chiesto il rinvio a giudizio, contestando agli indagati i reati di falso in bilancio e manipolazione del mercato in relazione al bilancio 2009 del Monte dei Paschi, approvato alla fine di aprile 2010, quello successivo all’acquisto di Antonveneta. Secondo l’accusa, con l’operazione finalizzata a ristrutturare il derivato Alexandria, attraverso un contratto stipulato tra Mps e Nomura, gli ex-dirigenti avrebbero nascosto “perdite per oltre 300 milioni di euro”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena