Prima pagina

Valentini su Mps: “Si deve fare il bene dei senesi”

Come previsto, anche oggi l’assemblea degli azionisti di Banca Monte dei Paschi di Siena, prevista in seconda convocazione, non ha raggiunto il quorum costitutivo previsto dalla legge e dallo Statuto. L’Assemblea resta pertanto convocata per domani 16 aprile 2015, stessa ora e stesso luogo (ore 9 nella sede di Viale Mazzini), in terza convocazione per la parte straordinaria ed in seconda convocazione per la parte ordinaria. Stamani era presente in sala lo 0,09 del capitale sociale della Banca. Domani l’assemblea sarà chiamata ad approvare tra l’altro l’aumento di capitale da 3 mld e il rinnovo del Cda. “Morto un papa se ne fa un altro” dice Guzzetti, presidente Acri, ma il sindaco Bruno Valentini risponde: “Parole che ho detto io un anno fa”. E sul rinnovo del Cda, afferma: “A me dispiace che ci sia un presidente che la Banca dovrà sostituire nel corso dell’estate. Il messaggio che dobbiamo dare è  che questa banca ha vertici stabili.Alla Fondazione e al Cda dico di trovare persone dentro al Cda che rappresentino la svolta di cui ha bisogno questa banca, e di non sceglierli solo perché hanno il gradimento dell’autorità nazionali”. E su Profumo afferma:   “E’ stata una missione impossibile. Non mi interessano i processi politici, a me interessa che la banca ricomincia a camminare con i propri piedi. Faccio il tifo per questa azienda”. Intanto Banca Monte dei Paschi di Siena ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Poste Italiane per la vendita della partecipazione del 10,3% detenuta in Anima Holding. Il controvalore complessivo dell’operazione è di 6,967 euro per azione, spiega una nota la banca senese: in particolare, il corrispettivo previsto è pari a 6,80 per ciascuna azione, per un totale di 210 milioni, a cui si aggiunge il dividendo per l’esercizio 2014 che sarà attribuito a Mps (0,167 per azione, 5,2 milioni in totale).

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena