Prima pagina

“Morte cardiaca improvvisa nel giovane atleta”, se ne parla a Le Scotte

Si terrà a Siena sabato 8 novembre, presso il centro didattico del policlinico Santa Maria alle Scotte, il congresso di Cardiologia dello Sport dal titolo “Morte Cardiaca Improvvisa nel Giovane Atleta: Possiamo Prevenirla?” Il corso, diretto dai professori Sergio Mondillo e Marco Bonifazi, approfondirà con i massimi esperti del settore le nuove conoscenze nel campo della prevenzione di questo tragico evento che, troppo spesso, rende luttuosi i campi di gioco e di divertimento. “La prevenzione della morte cardiaca improvvisa – spiega Mondillo – può essere primaria, vale a dire basandosi sulla valutazione medica degli atleti prima di iniziare l’attività sportiva, come prescrive la normativa italiana. Oppure può essere secondaria, ponendo in essere tutte le strategie e le risorse possibili per un efficace intervento di rianimazione e defibrillazione, qualora si dovessero verificare eventi sui campi di gioco”. Lo sport, importante attività di prevenzione nelle malattie cardiovascolari, può rappresentare la causa scatenante di eventi avversi se sono presenti malattie geneticamente determinate o anomalie congenite. “Tale consapevolezza – prosegue Mondillo – stimola i professionisti del settore a pensare che ci sia margine per implementare il percorso diagnostico sui giovani che praticano sport, anche attraverso un maggior coinvolgimento e sensibilizzazione di tutti i protagonisti del mondo dello sport, quali dirigenti, allenatori, procuratori, atleti e genitori”. L’evento, di cui è responsabile scientifico il dottor Flavio D’Ascenzi, nasce dalla fattiva collaborazione fra la Cardiologia, la Medicina dello Sport, l’Ordine dei Medici di Siena, la Federazione Medico-Sportiva Toscana, il 118 e le ONLUS che operano nel settore. “In occasione del corso – conclude Mondillo – sarà regalato un defibrillatore automatico, messo a disposizione da una ditta elettromedicale, al Comune di Siena, consegnato al vicesindaco Fulvio Mancuso, per poterlo inserire nei programmi di prevenzione territoriale della morte improvvisa”.

Nella foto il professor Sergio Mondillo, direttore Cardiologia Universitaria AOU Senese

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena