Monteroni: incentivi al sistema produttivo: il comune incontra le imprese
13 Giu, 2016
vice sindaco monteroni taccioli

Contributi alle attività produttive per sviluppare il sistema economico della Val d’Arbia, questo il tema della riunione che l’amministrazione comunale di Monteroni d’Arbia ha indetto per martedì 14 giugno alle 21 nella Sala Consiliare del Comune. Durante la serata sarà presentato il progetto per gli incentivi 2016 volti allo sviluppo ed al miglioramento delle attività presenti e per i contributi dedicati alle nuove attività. Inoltre sarà anche presentato il contributo comunale per l’installazione delle nuove pre-insegne stradali previste dalla normativa nazionale.

“Incentivare la crescita di una singola azienda commerciale o attività produttiva significa incentivare tutto il sistema – interviene il Vicesindaco Alberto Taccioli (nella foto) -. Con questo obiettivo abbiamo voluto pensare ad un progetto di lungo termine che ponga delle regole per erogare contributi ed incentivi alle attività, che siano esistenti o di nuova costruzione: contributi per le strutture o per le società che permettano interventi volti alla crescita”.

“Avevamo promesso questa attenzione già dalla campagna elettorale – spiega il sindaco Gabriele Berni – e lo scorso anno abbiamo erogato quasi diecimila euro su tre tipologie di intervento che riguardavano essenzialmente le strutture. Vogliamo confermare per il terzo anno consecutivo questo impegno e decidere le linee guida per gli interventi futuri”.

In corso poi, e di prossima presentazione al consiglio comunale, il contributo comunale alle attività produttive per l’installazione delle “pre-insegne” lungo le strade. Durante l’incontro di martedì saranno quindi presentati anche i criteri e gli impianti individuati per installare le nuove strutture previste dalla normativa.

“Incontriamo tutti i commercianti e gli imprenditori del nostro territorio – interviene Taccioli – non solo per presentare i nuovi progetti, ma anche e soprattutto per concertarli attraverso il confronto. Cerchiamo quindi suggerimenti e valuteremo le eventuali alternative possibili alle nostre linee guida prima del dibattito in Consiglio comunale”.