Monteriggioni: cresce la raccolta differenziata. Dal 1 aprile apertura dei cassonetti solo con la 6Card
28 Mar, 2019
cassonetti intelligenti Belverde

La riorganizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti, con l’inserimento dei cassonetti intelligenti, funziona a Monteriggioni. Lo dicono i dati della raccolta differenziata che è notevolmente aumentata in confronto all’anno scorso ( 15 per cento rispetto al dato di febbraio 2018). Dal primo aprile i nuovi cassonetti entreranno a regime e saranno accessibili solo utilizzando la 6 card, che in questi mesi è stata distribuita ai cittadini che ne hanno fatto richiesta. Ai microfoni di ARE l’assessore all’ambiente Fabio Lattanzio 


 

La crescita della raccolta differenziata è un risultato di comunità raggiunto grazie alle numerose iniziative messe in campo dal Comune di Monteriggioni negli ultimi anni con la collaborazione di Sei Toscana, soggetto gestore nella raccolta dei rifiuti. Fra le principali si ricordano i punti di raccolta per l’olio esausto; le raccolte punti per incentivare i cittadini nella corretta gestione dei rifiuti con il progetto EcoPunti che riprenderà nelle prossime settimane; due centri di raccolta; le Case dell’Acqua per ridurre la presenza di plastica nell’ambiente; due cassonetti per la raccolta di RAEE, Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche; due eco-compattatori per la raccolta differenziata di PET e alluminio nella frazione di Castellina Scalo e a La Tognazza e cassonetti ad acceso controllato su tutto il territorio comunale per la carta, i rifiuti organici e quelli indifferenziati attraverso il sistema di quantificazione a calotta. L’obiettivo primario del Comune di Monteriggioni è quello di giungere, entro il 2020, alla “tariffa puntuale”, con una ripartizione di bonus e malus rispetto alla tariffa tra chi raggiunge gli obiettivi di raccolta differenziata. In questo contesto, la 6Card porta un immediato beneficio per tutto il comune non solo nella raccolta differenziata, ma soprattutto nell’identificare utenti irregolari e abusivi tra le utenze domestiche e non, ampliando il numero di contribuenti rispetto al tributo.

 

L’apertura dei cassonetti soltanto con la 6Card partirà da lunedì 1° aprile ad Abbadia Isola, Strove, Castellina Scalo, Basciano e nella zona del Castello di Monteriggioni. Da mercoledì 1° maggio la chiusura sarà estesa a San Martino, Tognazza, Fornacelle, Quercegrossa e Montarioso, prima di completare con l’accesso soltanto tramite 6Card a Badesse, Uopini, Ceppo, Pian del Casone, Santa Colomba da sabato 1° giugno. I cittadini che ancora non hanno ritirato la 6Card possono richiederla presso lo sportello Tari del Comune di Monteriggioni oppure presso l’Ufficio Ambiente.