Montepulciano, un Bravìo delle Botti pieno di emozioni
1 Set, 2015
partenza

Ancora non si sono placate le emozioni del Bravìo delle Botti 2015, ma è già tempo per i primi bilanci e per i primi commenti per questa edizione entusiasmante. La gara tra le otto contrade di Montepulciano che si è svolta domenica 30 agosto, in una splendida giornata di sole, ha visto trionfare la contrada del Poggiolo. Una Piazza Grande gremita ha accolto gli spingitori Ciro Franch e Francesco Caporali che hanno conquistato il panno dedicato al centenario dall’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra.

“È stata un’edizione piena di emozioni – ha dichiarato Giulio Pavolucci, reggitore del Magistrato delle Contrade – Ogni anno è uno spettacolo unico, un insieme di emozioni sublimi che ti sovrastano. I complimenti vanno ai vincitori ma anche a tutti gli altri partecipanti e al clima di festa e di comunità che le contrade sono state capaci di mettere in campo. Nel corso della settimana degli eventi abbiamo infatti visto tanti giovani ragazzi di Montepulciano e dintorni interessati alle botti e alla manifestazione, un gran fermento che fa ben sperare per il futuro.”

“Approfitto di questi momenti, successivi alla fine della gara, per dei ringraziamenti sinceri – ha concluso Giulio Pavolucci – a tutti i ragazzi del Magistrato delle Contrade, all’Amministrazione Comunale, a tutti coloro che hanno lavorato alacremente e volontariamente nel corso dei giorni scorsi per permettere alla manifestazione di raggiungere un successo così grande. Permettetemi dei ringraziamenti particolari a tutti coloro che si occupano della sicurezza. Quest’anno un grandissimo numero di persone si è riversato su Montepulciano per il Bravìo delle Botti, pertanto servivano tanti professionisti per gestirli. Un impegno che è stato pienamente rispettato dai ragazzi del servizio d’ordine del Magistrato delle Contrade, dai tanti volontari e dalle tante associazioni che si sono occupate della sicurezza di Montepulciano durante la manifestazione, assieme alle forze dell’ordine e alla polizia locale, rendendo il percorso perfettamente pulito. Ringraziamenti sinceri alla Misericordia di Montepulciano, alla Croce Rossa di Montepulciano e all’associazione Rosa dei Venti, che hanno impiegato più di 230 volontari tra sanitari, protezione civile, radioamatori e assistenti alla sicurezza. Grazie anche alle altre associazioni che hanno contribuito alla sorveglianza del percorso, come il Collettivo Piranha e La Chianina Running: se il Bravìo delle Botti 2015 è stato un successo, il merito è anche loro. Approfitto di questi momenti, successivi alla fine della gara, per dei ringraziamenti sinceri – ha concluso Giulio Pavolucci – a tutti i ragazzi del Magistrato delle Contrade, all’Amministrazione Comunale, a tutti coloro che hanno lavorato alacremente e volontariamente nel corso dei giorni scorsi per permettere alla manifestazione di raggiungere un successo così grande. Permettetemi dei ringraziamenti particolari a tutti coloro che si occupano della sicurezza. Quest’anno un grandissimo numero di persone si è riversato su Montepulciano per il Bravìo delle Botti, pertanto servivano tanti professionisti per gestirli. Un impegno che è stato pienamente rispettato dai ragazzi del servizio d’ordine del Magistrato delle Contrade, dai tanti volontari e dalle tante associazioni che si sono occupate della sicurezza di Montepulciano durante la manifestazione, assieme alle forze dell’ordine e alla polizia locale, rendendo il percorso perfettamente pulito. Ringraziamenti sinceri alla Misericordia di Montepulciano, alla Croce Rossa di Montepulciano e all’associazione Rosa dei Venti, che hanno impiegato più di 230 volontari tra sanitari, protezione civile, radioamatori e assistenti alla sicurezza. Grazie anche alle altre associazioni che hanno contribuito alla sorveglianza del percorso, come il Collettivo Piranha e La Chianina Running: se il Bravìo delle Botti 2015 è stato un successo, il merito è anche loro.”

Il prossimo appuntamento è per domenica 20 settembre, all’Arca d’Argento, quando nel Teatro Poliziano verranno assegnati i premi dedicati ai migliori figuranti del corteo storico, alla migliore coppia di tamburini e sbandieratori e i risultati del concorso “Attimi di Bravìo” curati dal Photoclub Poliziano. Nell’occasione si chiuderà l’anno contradaiolo e verrà effettuato un bilancio conclusivo della manifestazione, che anno dopo anno consegue un sempre maggior successo, in attesa dell’edizione del 2016.