Montepulciano: al Teatro Poliziano, gli studenti delle scuole medie cantano la pace
8 Mag, 2018
studenti cantano pace

Giovedì 10 maggio, alle 21.15, gli studenti di seconda media degli Istituti Comprensivi Origo di Montepulciano e Virgilio di Acquaviva saliranno nuovamente sul palco del Teatro Poliziano per cantare la pace.

Volge infatti verso la conclusione la “Cantate de la paix”, il progetto europeo Erasmus+ che li ha impegnati negli ultimi due anni, insieme ai partners francesi di Moulins e tedeschi di Dresda, in occasione del Centenario della Grande Guerra.

Guidati dai loro insegnanti e in collaborazione con esperti della Biblioteca – Archivio Storico “Piero Calamandrei” (terzo partner italiano ufficiale del progetto), gli alunni hanno lavorato su documenti relativi alla Grande Guerra per sviluppare delle riflessioni che hanno contribuito alla stesura del testo della cantata finale.

Anche in considerazione della giovane età degli alunni, più che ad un approfondimento storico il lavoro è stato orientato al “sentire”, ovvero a far “vivere” quel periodo agli alunni stessi, attraverso la conoscenza di eventi e documenti legati alla storia locale; lo scopo principale di questo progetto è l’educazione alla pace attraverso un lavoro sulla memoria storica: conoscere la guerra, i suoi effetti, per non dimenticare i valori fondamentali di rispetto, cittadinanza, solidarietà.

In questi due anni i ragazzi hanno potuto anche assistere a spettacoli, partecipare ad incontri con scrittori e visitare mostre interessanti, oltre che recarsi sui luoghi della memoria, sia locali sia nazionali: per esempio, ad aprile, le scolaresche sono state in visita in Trentino dove hanno potuto vedere il Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto e le Trincee di Matassone.

Nello spettacolo che gli alunni porteranno sul palco del Teatro Poliziano di Montepulciano, oltre a testi letti ed interpretati dagli alunni stessi, saranno eseguiti in prima assoluta alcuni brani estratti dalla “Cantate de la paix”, le cui musiche sono state scritte dal compositore francese Jean-Luc Perrot e i cui testi sono frutto del lavoro degli alunni delle tre nazioni partecipanti. Sarà un assaggio dell’evento internazionale del progetto che si terrà il 18 maggio 2018 presso la Chiesa di Souvigny, cittadina francese nei pressi di Moulins: la “Cantate de la paix” sarà eseguita collettivamente da oltre 200 ragazzi francesi, italiani e tedeschi sotto la direzione del Maestro Luca Morgantini e accompagnati da un’orchestra di 12 elementi.