Minacciata alla fermata dell’autobus con una bottiglia di vetro rotta. Ricercata donna straniera
21 Feb, 2018
POLIZIA POSTI DI BLOCCO CONTROLLI

Ha minacciato con una bottiglia di vetro infranta una senese che, spaventata, ha chiamato la Polizia di Stato. Gli agenti delle Volanti della Questura di Siena, in servizio di controllo del territorio, in pochissimi minuti, alle ore 19.30 circa di ieri, sono intervenuti nella zona di viale Toselli inviati dalla Sala Operativa. Sul posto, dopo aver raccolto le prime informazioni dalla richiedente, si sono portati nei pressi di Via dell’Artigianato dove hanno visto, a distanza di alcuni metri, due donne di colore di cui una che poteva corrispondere alle descrizioni fornite dalla vittima. Le straniere, non appena hanno notato sopraggiungere l’auto della Polizia si sono date precipitosamente alla fuga lungo la scarpata circostante, facendo perdere le proprie tracce. Sul posto, sono poi intervenuti anche i poliziotti della Squadra Mobile della questura che hanno immediatamente avviato le indagini del caso. Dai primi accertamenti svolti dalla Polizia è emerso che, mentre la vittima si stava recando alla fermata dell’autobus per tornare a casa, una delle due straniere, per motivi ancora in corso di accertamento, si è rivolta a lei con toni minacciosi e poi ha infranto una bottiglia di vetro rivolgendogliela contro. La donna, impaurita, ha quindi chiamato il 113 e, ancora in linea telefonica con la Questura, è riuscita ad allontanarsi dal posto, fino a che non è sopraggiunta la Volante. Sono ora in atto indagini serrate da parte degli uomini della Squadra Mobile per verificare la dinamica dell’accaduto ed individuare le responsabili delle minacce.