Microcredito di Solidarietà, insediato il nuovo CdA presieduto da Vittorio Stelo
21 Feb, 2019
Vittorio Stelo_Presidente Microcredito di Solidarietà

Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione di Microcredito di Solidarietà che ha ratificato i nomi degli amministratori e dei sindaci eletti dall’Assemblea dei Soci il 10 gennaio scorso. Vittorio Stelo, ex Prefetto di Siena, Direttore del Sisde e Consigliere di Stato, assume ufficialmente la carica di Presidente. Fra le nuove nomine anche gli amministratori David Luciano Chiti, Eleonora Cola, Giancarlo Magnani, Paola Paffetti e Emilio Cicaloni, già amministratore dal 2006 al 2012, nonché i sindaci effettivi Giulio Bruni e Rossana Tiberi. Confermati il vice Presidente Filomena Convertito, gli amministratori Luciana Bartaletti e Roberto Machetti, il Presidente del Collegio Sindacale Marco Tanini. Il CdA ha inoltre confermato Pier Luigi Millozzi come Direttore Generale.

 

«Sono profondamente onorato dalla nomina alla presidenza del Microcredito di Solidarietà – ha dichiarato Vittorio Stelo -, consapevole del valore del compito che interessa un organismo ed un’esperienza quasi unica in Italia e di fondamentale importanza per la collettività senese. Il nostro intervento incide su realtà sociali precarie e spesso disperate, perché la crisi economica che interessa il nostro Paese da anni ha fiaccato persone e nuclei familiari creando crescenti sacche di povertà e problemi di sopravvivenza quotidiana, dagli anziani ai bambini, dai disabili ai disoccupati, e a quanto sembra la situazione non è destinata a migliorare sostanzialmente nel prossimo futuro. Vorrei ringraziare innanzitutto i collaboratori e i volontari per la loro dedizione e il loro contributo e sono certo che insieme ai consiglieri, confermati e neonominati, potremo svolgere al meglio il ruolo, importante e delicato, che ci attende – ha proseguito Stelo –. La variegata composizione del nostro Consiglio con la presenza di tutte le istanze fondative è la migliore garanzia in questo senso. Un sentito ringraziamento inoltre a Mario Marzucchi e ai consiglieri uscenti per l’eccellente opera svolta in questi anni, che costituirà il miglior supporto per il nostro lavoro. Faremo tesoro delle positive esperienze passate e ci impegneremo con rinnovata energia a perseguire gli obiettivi che guidano il Microcredito fin dalla sua nascita per contrastare la povertà e il disagio sociale in questo territorio».

 

Il Presidente ha infine sottolineato l’opportunità di allargare l’attività e l’area di ascolto, interessando ancor più le autorità diocesane e gli enti locali anche con incontri presso le loro sedi, nonché le forze dell’ordine e le stesse associazioni di categoria.

 

Microcredito di Solidarietà è impegnato nel favorire l’accesso al credito di soggetti che non sono in grado di presentare tutti i requisiti richiesti solitamente dai tradizionali canali bancari. Opera attraverso 38 centri di ascolto in locali messi a disposizione da Banca Mps nella sede di Siena e presso le associazioni di volontariato nelle province di Siena, Massa Carrara (comprensorio della Diocesi di Massa-Carrara-Pontremoli) e Grosseto (limitatamente alle zone ricadenti sotto l’Arcidiocesi di Siena – comuni di Castel del Piano, Arcidosso, Seggiano, Civitella Paganico e Cinigiano). La società si avvale di personale distaccato da Banca Mps e, per la gran parte, della collaborazione di volontari, appartenenti alle associazioni di volontariato, che sono individuati sulla base delle loro competenze ed esperienze, compresi consiglieri e sindaci revisori, che offrono i propri servizi gratuitamente.

 

Microcredito di Solidarietà è stato fondato nel 2006 a Siena da Banca Monte dei Paschi di Siena, Comune e Amministrazione Provinciale di Siena, Diocesi di Siena e Diocesi di Montepulciano, altri comuni della provincia, associazioni di volontariato e grazie al supporto indiretto della Fondazione Mps.