Micat in Vertice: il Trio Gaon inaugura la tournée italiana alla Chigiana
12 Dic, 2017
_G4B1843a-Bearbeitet[1]_rid

Venerdì 15 dicembre alle ore 21 nel Salone dei concerti di Palazzo Chigi Saracini (Siena in via di Città 89) nel cartellone della Stagione di Concerti “Micat in Vertice” 2017-2018, prima tappa della tournée italiana del Trio Gaon.

L’evento nasce dalla collaborazione tra l’Accademia Chigiana e l’Associazione Chamber Music di Trieste, organizzatrice del prestigioso Concorso Internazionale per complessi da camera con pianoforte “Premio Trio di Trieste”, che premia quei gruppi che, per mentalità, gusto e capacità performative, seguono criteri cameristici affini a quelli che hanno condotto il Trio di Trieste ai vertici mondiali in più di sessant’anni d’attività concertistica e didattica.

È proprio questo leggendario gruppo che unisce le due istituzioni, avendo il Trio tenuto per decenni la cattedra di musica da camera nei corsi di perfezionamento estivi dell’Accademia Chigiana.

Il giovane ma già acclamato Trio Gaon (Jehye Lee violino, Samuel Lutzker violoncello e Tae-Hyung Kim pianoforte) si è aggiudicato l’edizione 2017 del prestigioso Premio. L’ensemble, che riunisce tre giovani musicisti con radici culturali e professionali molto diverse, si caratterizza per una forte internazionalità. La loro visione comune è rappresentata metaforicamente dal nome del Trio. La parola coreana Gaon ha due significati differenti: “centro del mondo” e “generazione di calore”. Nel concerto senese il gruppo propone il celebre Trio n. 2 op. 66 di Mendelssohn, per proseguire con un omaggio al Novecento francese che attraverso il Trio in sol maggiore di Debussy approda a quello di Françaix del 1986.

Il Trio Gaon si è costituito nel 2013 a Monaco di Baviera. I tre musicisti che lo compongono, diplomati al Conservatorio di Monaco sotto la guida di Ana Chumachenco, Friedemann Berger e Christoph Poppen, continuano ora ad affinare lo studio della musica da camera alla European Chamber Music Academy (ECMA).

Il Trio ha vinto premi in importanti concorsi internazionali, quali la Joseph Haydn Chamber Music Competition a Vienna e il Music Prize of KulturKreis Gasteig di Monaco, dove il Trio Gaon ha raggiunto il più alto posto in classifica.

Si è esibito regolarmente in Germania, Francia, Belgio, Austria e Corea del Sud, con diversi repertori, in sale prestigiose come la Munich Gasteig Philharmonic Hall, il Seoul Arts Center e la Salle Cortot a Parigi.

Nel settembre 2017 il Trio Gaon ha vinto (con votazione unanime della Giuria) il 18° Concorso Internazionale Premio Trio di Trieste, aggiudicandosi anche il Premio Speciale Anna Maria e Giorgio Ribotta e il Premio Speciale Dario De Rosa per la migliore esecuzione di un Trio di Brahms, oltre ad un importante numero di concerti-premio, dei quali quello per l’Accademia Chigiana è il primo. Nel 2018 e nel 2019 il Trio Gaon effettuerà tre tournée in Italia e inciderà il suo primo cd a Verona.

Il musicologo e acclamato critico musicale della Süddeutsche Zeitung Harald Eggebrecht ha scritto recentemente di loro: “Oltre alle straordinarie capacità solistiche dei tre musicisti, sbalordisce anche la loro raffinatissima sensibilità nella ricerca di trasparenza e di equilibrio sonoro, nonché l’autentico senso di ciò che possa davvero significare suonare la musica da camera insieme”.

Gianni Gori su Musica parla di “esecuzione magnifica del Trio in la di Ravel, nel camerismo sinfonico del Trio Gaon”, Bizzarini su Archi Magazine coglie l’uniformità del livello altissimo mantenuto dal Trio Gaon in tutte le prove del Premio Trio di Trieste, da Brahms a Beethoven, da Corti a Mozart e Ravel. Paola Pini su Opera Click sottolinea come il Trio Gaon si sia “distinto per qualità del suono, sensibilità attenta, capacità di esprimere drammaticità e pathos, con una personalità d’assieme bella e ben definita nel corso di tutta la seconda prova eliminatoria, ma particolarmente con Brahms. Nel concerto finale i tre giovani musicisti hanno aggiunto un suono appassionato e coinvolgente, dotato di una densità che a tratti si alternava ad un’immaterialità eterea, regalando momenti struggenti nell’interpretazione di Ravel”.

I biglietti (primi posti intero 25 euro, primi posti ridotto 20 euro; ingresso intero 18 euro, ingresso ridotto 10 euro) possono essere acquistati presso la biglietteria del Palazzo Chigi Saracini (a Siena in via di Città 89) fino al 14 dicembre dalle ore 16 alle ore 18.30 e il giorno del concerto a partire dalle ore 19. Possono essere acquistati anche online al sito www.chigiana.it fino alle ore 12 del giorno del concerto (oppure, con sovrapprezzo, sul portale Ticketone.it anche presso i rivenditori autorizzati).

Prenotazioni dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 al numero telefonico 333.9385543.
Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.chigiana.it.