Mens Sana, Chris Roberts: “Il mio obiettivo è vincere”
8 Set, 2015
11959971_677284112415126_1742390438290316013_n

Primo giorno da biancoverde per Christopher Roy Roberts, guardia di 193 cm, l’ultimo tassello del roster mensanino. Ieri le visite mediche, oggi l’incontro con la stampa e in seguito primo allenamento. “Il mio obiettivo è vincere – afferma -, non so molto delle altre squadre ma sono professionista da un po’ di tempo ormai. E vincere è ciò che più conta. Le mie caratteristiche? Non voglio essere Superman, voglio concentrarmi sulla vittoria e sulla squadra: posso fare tutto, l’importante è vincere”.

Nel dicembre 2013 anche grazie ai suoi 14 punti (bottino replicato nella gara di ritorno) la Juve Caserta sbancò il PalaEstra: “Ricordo quella vittoria, fu una grande partita perché Siena era un’ottima squadra con una grande storia dietro. I tifosi? Ricordo il colpo d’occhio e in più me ne ha parlato molto Marquez Haynes. Siena? Ho avuto modo di fare un salto in un ristorante: amo il cibo, la città e la gente. Oggi è il mio primo allenamento, ma mi sento pronto: posso giocare già nel weekend (la Mens Sana andrà a L’Aquila per il Torneo degli Angeli, ndr). I compagni? Conosco Truck Bryant, con cui ho giocato negli States. Gli altri li conoscerò oggi. Ramagli? Non lo conoscevo prima, ci ho parlato e la pensiamo allo stesso modo: vogliamo provare a vincere e arrivare più in alto possibile”.

Proprio Ramagli ha rilasciato una breve intervista ai nostri microfoni sul nuovo arrivo: “Roberts sarà un giocatore importante per noi, come è normale che sia visto che in questa lega gli americani rivestono sempre un ruolo fondamentale. Mi sembra che sia un giocatore che ricalca un po’ la tendenza che abbiamo avuto nel reclutamento dei giocatori: è un multi-ruolo, un tuttofare e non uno specialista così come molti dei suoi compagni. È molto motivato perché ha avuto una stagione non molto buona in Francia: ha avuto un infortunio alla prima partita e ha saltato 10 gare senza mai trovare il giusto ritmo nel corso della stagione e giocando in un ruolo non suo, ovvero quello del playmaker. Nel recente passato ha avuto un’eccellente stagione in D-League e una buona stagione a Caserta, ma questa esperienza in Francia ha un po’ fermato la sua corsa. Adesso vuole ripartire e Siena rappresenta per lui un’occasione significativa”.