Mens Sana, buone indicazioni dal test amichevole con la Fiorentina basket
27 Ago, 2018
Mens Sana-Fiorentina

MENS SANA – FIORENTINA BASKET 93-63 (23-12, 26-17, 18-16, 26-18)

MENS SANA BASKET: Poletti 7, Pacher 15, Morais 17, Lupusor 16, Marino 7, Radonjic 5, Ranuzzi 4, Del Debbio 5, Cepic 3, Prandin 7, Ceccarelli 7, Sanguinetti, Misljenovic, Neri. All. Moretti.

FIORENTINA BASKET: Droker, Vico 15, Bastone 5, Savoldelli 7, Iattoni 16, Berti 7, Cuccarolo 2, Banti 2, Udom 5, Bargi 2, Pierguidi, Caselli 2. All. Niccolai.

ARBITRI: Frosolini, Giustarini.

Debutto super per la Mens Sana Basket che vince 93-63 nel primo match di pre-campionato giocato al palazzetto dello sport di Santa Fiora, sul monte Amiata, grazie all’organizzazione del direttore di Siesta Brand Alessandro Fallani. Migliori marcatori del match in casa mensanina sono stati Morais (17), Lupusor (16) e Pacher (15). Coach Moretti, nei quattro parziali a punteggio azzerato ogni 10 minuti, ha ruotato tutti gli uomini a disposizione, compresi il baby Misljenovic e l’aggregato Neri. Tra le curiosità: il primo punto della stagione è di Alex Ranuzzi; il primo rimbalzo di Morais; il primo tuffo “condiviso” tra Lupusor e Prandin.

Prima del match il responsabile del settore giovanile mensanino, Maurizio Lasi, ha diretto l’allenamento con i ragazzi dell’Amiata Basket e del Basket Arcidosso che hanno poi incontrato i giocatori della Mens Sana per foto e autografi di rito.

Prossimo impegno per la Mens Sana mercoledì 29 agosto al palasport di Grosseto alle ore 20:30 contro il Basket Golfo Piombino, altra formazione che come la Fiorentina Basket disputerà il campionato di serie B.

PRIMO QUARTO

Quintetto iniziale della Mens Sana con Marino, Morais, Ranuzzi, Pacher e Poletti. Biancoverdi sul 6-2 con tre punti a testa di Ranuzzi e Morais. Poletti schiaccia l’8-5, poi la Fiorentina si riavvicina (8-7) con 4’50” da giocare nel primo quarto. Dentro Prandin, Radonjic e Lupusor ma è Pacher che dall’angolo piazza la tripla dell’11-7. Coach Moretti getta nella mischia anche Cepic e Del Debbio che dalla lunetta fa 2/2 per il + 5 (15-10) a 3′ dalla fine del primo quarto. Lupusor conquista un viaggio in lunetta (17-10) e nell’ultimo minuto della prima frazione la Mens Sana arrotonda con Morais e Cepic sul 23-12.

SECONDO QUARTO

Prandin guadagna subito l’applauso dei tifosi con 4 punti in fila (5-2). La Fiorentina pareggia i conti (7-7) a metà frazione. Nonostante lo 0/2 dalla lunetta di Ceccarelli i biancoverdi lottano su ogni pallone e il tiro da tre di Marino vale il 10-9. Il capitano biancoverde concretizza a metà un fallo subìto (11-9) ma con Lupusor la Mens Sana si porta a +4 (13-9), punteggio confermato dalla tripla dall’angolo di Morais (16-12), primo a raggiungere la doppia cifra. Pacher recupera una palla vagante e schiaccia il 19-14 con 1’30” da giocare. Sono ancora i due stranieri mensanini con 7 punti in fila a mandare le squadre al riposo lungo sul 26-17.

TERZO QUARTO

Apre le danze Prandin con un tiro da tre, Poletti fa 2/2 dalla lunetta per il 5-2 e Lupusor dal perimetro porta la Mens Sana sull’8-2. Con l’ex biancoverde Vico la Fiorentina accorcia (8-5). Coach Moretti concede spazio anche a Misljenovic, Neri e Ceccarelli che lo ripaga con una tripla e due tiri liberi (13-5). Mano calda anche per Del Debbio (18-9), poi un canestro e fallo di Vico riavvicinano i fiorentini che chiudono il parziale sul 18-16.

QUARTO QUARTO

Per gli ultimi 10′ coach Moretti ripropone il quintetto iniziale ma è la Fiorentina con Udom a portarsi sul 2-6. Ancora Udom per il 3-8 dopo l’1 su 2 ai tiri liberi di Ranuzzi. Marino accorcia da tre (6-8) poi Pacher pareggia. Il lungo ex Reggio Calabria segna anche dalla media distanza (10-8) ma Cuccarolo stavolta dalla lunetta non sbaglia (10-10). La Fiorentina, con Berti che segna e subisce fallo, rimette la testa avanti (12-13); Lupusor e Morais firmano il mini break di 6-0 per il 18-13 a meno di 3′ dalla sirena. Parziale che resta aperto fino al 23-13 con un’altra tripla di Lupusor e Poletti. Berti con un 2+1 chiude il quarto sul 26-18.

Il vice allenatore Federico Campanella ha commentato la partita ai microfoni di Are