Meeting della Liberazione: oltre 750 atleti attesi al Campo Scuola Renzo Corsi
24 Apr, 2017
Meeting della Liberazione 2015 - foto Andrea Bruschettini

Alla vigilia del Meeting della Liberazione si completa il quadro degli iscritti, con oltre 750 atleti attesi martedì 25 Aprile al Campo Scuola Renzo Corsi.
Dopo un anno di sospensione, l’evento clou dell’atletica leggera senese, organizzato dall’Uisp Atletica Siena, si annuncia ancora una volta come vera e propria festa, all’insegna di quei principi sanciti nel 1945 al momento della Liberazione dopo gli oscuri anni dominati dalla guerra e dal giogo nazifascista.
Come consuetudine nella mattina, a partire dalle ore 10, pista, pedane e tribuna saranno gremite per le gare rivolte al settore promozionale, con circa 200 giovanissimi iscritti nella categoria Esordienti e poi gli altri delle categorie Ragazzi (under 14) e Cadetti (under 16).
Tra le cadette presente un nome di blasone negli 80m e nel lungo, Larissa Iapichino (Atletica Calenzano), campionessa italiana di categoria dei 300 ostacoli, figlia dell’ex iridata di salto in lungo Fiona May e dell’astista Gianni Iapichino.
Dalle 12:40 si avrà invece il passaggio alle categorie agonistiche, con la pedana del lancio del martello che fungerà da introduzione alle competizioni del pomeriggio.
A dare particolare valore all’evento senese, anche l’inserimento del Meeting della Liberazione nel calendario del Gran Prix della Fidal Toscana come seconda tappa, dopo l’esordio di questo week end a Livorno.
Tanti saranno quindi i protagonisti del panorama atletico regionale presenti a Siena, ma un ruolo fondamentale lo avrà la pedana del salto in alto, dove è attesa all’esordio la campionessa italiana indoor Elena Vallortigara.
Già vedette all’High Jump Contest del mese scorso, la veneta dei Carabinieri alle 15:15 salterà sulla pedana dove da inizio autunno si allena costantemente con il tecnico Stefano Giardi, alla ricerca di quel talento mostrato in gioventù (doppio bronzo mondiale tra gli Allievi e gli Juniores, personale di 1.91), che sembrava smarrito fino al successo agli Italiani assoluti indoor di febbraio.
Sulla stessa pedana, alle 17:15, sarà da gustare anche la sfida tutta livornese tra il ventenne Filippo Lari (Atletica Livorno), primatista italiano cadetti, bersagliato negli anni da problemi fisici, con personale di 2.15m, e il campione italiano allievi indoor Giacomo Belli (Libertas Livorno), accreditato di 2.09.
Nei 100hs (ore 15:25) sfida tra la pisana Paola Pennella (Atletica Sestese Femminile), accredita di 14″08, e la portacolori dell’Uisp Atletica Siena, la juniores Federica Renzi, primatista toscana allieve nel 2016.
Nei 100m maschili (ore 16:05) il velocista pratese Giacomo Angeli (Atletica Prato), personale di 10″69, sarà ai blocchi di partenza con il campione toscano indoor dei 200m, il portacolori di casa Simone Delprato; mentre nei 400m (ore 17:00) sfida tra due alfieri dell’Atletica Firenze Marathon, Filippo Bruschi e il colligiano Papisse Fall, con il ritorno alle gare sulla pista di casa di Lorenzo Centini (Uisp Atletica Siena).
Alle 16:05 fari puntati anche sulla pedana dell’asta con l’aretina Letizia Marzenta (Atletica Firenze Marathon), una delle prime atlete in Italia nella specialità con un personale di 4.10.
In chiusura di manifestazione, alle 18:40, si annuncia una bella lotta nei 1500 femminili con quattro atlete accreditate di tempi tra 4’34” e 4″37: la rumena Alice Mirela Cherciu (Calcestruzzi Corradini Excelsior Reggio Emilia), la nazionale ugandese Belinda Chemutai (Toscana Atletica Empoli), Federica Baldini (Cus Pisa) e Rebecca Grifoni (Uisp Atletica Siena).
Tanti i motivi d’interesse quindi per gli sportivi che vorranno venire a vedere le gare del Meeting della Liberazione, con ingresso ovviamente gratuito all’impianto di viale Avignone.