Marito e padre violento allontanato da casa dalla Polizia
30 Lug, 2014
polizia volante 640x363

Ennesima vicenda di violenza familiare risolta dai poliziotti della Questura di Siena con l’allontanamento da casa del marito e padre violento in esecuzione di misura cautelare disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Siena.

Qualche giorno fa, le donne e gli uomini della Squadra Mobile di Siena hanno raccolto le confidenze di una 44 enne straniera, ridotta in stato di prostrazione e disperazione a causa di anni di violenze, soprusi, angherie e prevaricazioni del marito. La coppia, proveniente dal Kosovo ed in Italia da circa 18 anni, ha anche due figli, un maschio ed una femmina, il primo già maggiorenne, mentre la seconda ancora minorenne, e vive da tempo a Torrenieri di Montalcino.

Le indagini hanno consentito agli investigatori della Sezione della Squadra Mobile specializzata nella trattazione di tali specifici reati di delineare uno stato di degrado, in cui sia la donna, sia i figli, erano quasi quotidianamente vittime di un marito e padre “padrone”, il quale, con violenze, minacce e facendo mancare ai congiunti i mezzi di sostentamento, era riuscito a soggiogare i componenti del suo nucleo familiare al punto che questi subivano ormai in silenzio e con rassegnazione i comportamenti del loro aguzzino.

Il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Siena Antonio Nastasi, esaminati gli elementi investigativi fornitigli, ha convenuto sulla gravità dei fatti e sull’urgenza di affrontarli efficacemente ed ha così richiesto per M. L. – queste le iniziali del 45 enne operaio kosovaro responsabile di maltrattamenti in famiglia e violazione degli obblighi di assistenza familiare – l’applicazione di misura cautelare. Conseguentemente, il Giudice per le Indagini Preliminari, con il provvedimento che personale della Squadra Mobile della Questura di Siena ha eseguito, ha disposto che l’uomo venisse allontanato dalla casa familiare e lasciasse immediatamente l’abitazione di Torrenieri di Montalcino, vietandogli di avvicinarsi ai luoghi frequentati da moglie e figli ed imponendogli di versare mensilmente alla moglie 500 €uro per il sostentamento alla famiglia.