Marchio Dop per il pane toscano e Igp per i cantucci, Rosati (Qualivita): “Opportunità importante per le aziende del territorio”
27 Gen, 2016
Mauro Rosati

Si arricchisce il paniere dei prodotti a marchio Dop e Igp toscani: entrano a farne parte i cantucci toscani e il pane sciocco a cui l’Europa ha riconosciuto il marchio di qualità, rendendoli unici. Soddisfazione dei produttori che hanno una carta in più per tutelare il loro lavoro. “E’ importante il riconoscimento per proteggere le nostre tradizioni. Oggi la dop e l’igp sono considerate fondamentali, 15 anni fa quando come Qualivita ne parlavamo non c’era un grande seguito. Invece il marchio di qualità tutela i produttori soprattutto quelli che esportano all’estero. Sicuramente aumenteranno la produzione come è successo per esempio all’aceto balsamico di Modena che lo copiavano tutti e dopo il riconoscimento ha avuto un vero boom e oggi ha un fatturato di 37 milioni di euro. Importante l’igp per i cantucci, ma anche la dop per il pane toscano.
Con questo marchio di qualità si rilancia il settore della cerealicoltura toscana e rivedremo i campi della Valdorcia coltivati con il grano, perchè se ci saranno tanti panifici che faranno pane toscano dop avranno bisogno di grano toscano”