Prima pagina

Marchetti: “Ripartire in tutta la provincia il peso dell’accoglienza dei migranti”

La Toscana si organizza per l’emergenza migranti in previsione di nuovi arrivi nei prossimi due mesi. E’ prevista per domani una riunione a Firenze a cui sono state invitate a partecipare le delegazioni dei sindaci di tutte le provincie toscane, incontro che farà seguito a quello svolto a Siena ieri tra il prefetto Saccone, l’assessore regionale Vittorio Bugli e appunto i rappresentanti dei 36 comuni. Obiettivo: allargare a tutti i comuni il compito dell’accoglienza. “Noi al momento ospitiamo 70 migranti e pensare di aggiungerne altri non è fattibile – ha detto Andrea Marchetti sindaco di Chianciano stamani nell’intervista con Cristiana Mastacchi su Are -. Noi, così come Monticiano e Sarteano, siamo gravati dai numeri e prevedendo nuovi sbarchi il prefetto che sta gestendo l’emergenza, ha chiesto la disponibilità di ospitare i migranti anche ai 14 comuni che al momento non sono interessati. Vorremo che si ripartisse in tutta la provincia il peso dell’accoglienza. Dalla riunione è emersa un’ampia disponibilità, credo che stiamo andando verso una soluzione condivisa che permetta un’equa distribuzione sul nostro territorio di queste persone meno fortunate di noi”.

Com’è la situazione a Chianciano?

“Ospitiamo i 70 migranti in due strutture alberghiere, che hanno partecipato ai bandi della Prefettura e di loro si occupano i gestori ed i volontari della Misericordia di Chiusi. Il fatto che due alberghi in piena stagione turistica diano la disponibilità ad accogliere questa tipologia di ospiti prendendo il sussidio statale, dimostra quando sia forte la crisi a Chianciano”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena